Prosegue la rivoluzione USB-C docking per i monitor Philips

504

Due nuovi display presentati da MMD potenziano il concetto di postazione di lavoro digitale e di docking station per gli utenti business

Accolto con favore dai primi utilizzatori al momento della sua introduzione come una vera e propria rivoluzione, la tecnologia USB-C sta ora rapidamente diventando un requisito standard per le imprese e le interfaccia utente.

Come vera e propria tecnologia abilitante, la tecnologia USB-C fornisce molto più di un pratico connettore reversibile o di un supporto per velocità di trasmissione dati più elevate, permettendo anche agli utenti di caricare e trasferire segnali audio e video con protocolli diversi, e connettersi a Internet con un solo cavo.

Da qui la constatazione di come scegliere un monitor Philips con soluzione di docking USB-C è un modo sicuro per ridisegnare le attività quotidiane, recuperare spazio sul desktop e concentrarsi sul proprio lavoro, invece di perdere tempo e pazienza nel gestire l'ingombro di più porte e cavi incompatibili.

USB-C docking_2In tal senso, MMD, azienda licenziataria per i monitor a marchio Philips, ha annunciato due nuovi display: uno WQHD da 34" e un QHD da 27", entrambi dotati di soluzione docking USB-C.

Nello specifico, oltre alla sua linea Philips Brilliance P, il nuovo 349P7FUBEB (disponibile a luglio 2018, al prezzo consigliato di 849 euro) è un display UltraWide curvo da 34" progettato per applicazioni WQHD (3440 x 1440). Grazie a immagini più vivaci e naturali con una gamma di colori UltraWide estesa e un pannello MVA ad alta densità e alto contrasto in formato 21:9, questo display permette all’utente di immergersi nel proprio lavoro, contribuendo a rimanere più concentrato e produttivo.

E per le applicazioni più impegnative che richiedono uno spazio di visualizzazione ancor più ampio, la tecnologia Philips MultiView consente all'utente di visualizzare contemporaneamente più dispositivi, come PC e notebook, affiancati grazie alle modalità disponibili Picture-by-Picture e Picture-in-Picture. Con la sua frequenza di aggiornamento di 100 Hz, il nuovo Philips 349P7FUBEB cattura anche l'attenzione con le sue immagini davvero fluide e “lag-free”, senza mai perdere alcun frame, rispondendo perfettamente anche alle esigenze video più avanzate.

A sua volta, con la sua funzione di docking USB-C, il nuovo Philips 272B7QUPBEB (disponibile a luglio 2018 al prezzo consigliato di 449 euro) fornisce una soluzione ideale per chi cerca un monitor QHD da 27" per alimentare il proprio ambiente di lavoro e aumentare la produttività.

Con un solo cavo USB-C, il nuovo 272B7QUPBEB trasferisce dati e video ad alta risoluzione alla velocità USB 3.1 fornendo fino a 60 watt per alimentare o ricaricare dispositivi esterni. Una porta Ethernet RJ-45 10/100/1000 integrata consente di collegarsi immediatamente a qualsiasi ambiente IT standard e offre tranquillità agli utenti attenti alla sicurezza, mentre DisplayPort consente di collegare due o più monitor in modalità daisy chain per configurazioni entusiasmanti.

Immagini nitide, CrystalClear Quad HD (2560 x 1440) grazie all’avanzata tecnologia del proprio pannello IPS, il nuovo Philips 272B7QUPBEB offre una modalità Pivot a 90 gradi per lavorare in modo ergonomico con contenuti visivi orientati verticalmente, come le applicazioni DTP, contribuendo al contempo a ridurre i costi energetici grazie alla funzione PowerSensor, un sensore intelligente a infrarossi che riduce automaticamente la luminosità del monitor quando l'utente è lontano dal display.