Con Océ la stampa industriale è la nuova frontiera di Canon

621

La nuova serie Océ LabelStream 4000 amplia il portfolio aziendale per la stampa di produzione con gruppi opzionali di flessografia, nobilitazione e finitura

Sarà disponibile in Europa alla fine del 2018 la serie Océ LabelStream 4000 presentata da Canon a conferma di un interesse sempre più spinto per la stampa industriale, settore particolarmente dinamico che registra interessanti tassi di crescita.

Grazie a una straordinaria produttività, compresa tra 950 e 1672 m2/h, la serie di stampanti inkjet UV per uso industriale con gruppi opzionali di flessografia, nobilitazione e finitura ha tutte le potenzialità per imporsi sul crescente mercato della stampa di etichette.

Le innovative stampanti della serie uniscono, infatti, i pregi della stampa inkjet UV alle tecnologie convenzionali: gli stampatori di etichette possono selezionare la combinazione migliore per il lavoro di stampa da svolgere e ricavare un incomparabile valore aggiunto in termini di tempo e profittabilità.

Potenziare la profittabilità dei lavori, in tirature medie o brevi
Con il preciso intento di approdare a mercati orientati al futuro, l’elevata produttività di Océ LabelStream e la capacità di personalizzare il prodotto rappresentano i punti di forza dell’ultima arrivata.

Nello specifico, Océ LabelStream 4000 è un sistema di stampa inkjet UV a 5 colori (CMYK e bianco) con una velocità di stampa pari a 48 m/min. Assicura una larghezza di stampa di 330 mm (13”) o 410 mm (16”) e una modalità opzionale da 68 m/min per lavori di stampa meno esigenti. In presenza di una velocità di stampa standard, Océ LabelStream 4000 garantisce bianchi con un’opacità di oltre l’80% a passaggio singolo: può quindi competere con l’opacità delle tecnologie di stampa analogiche, come la stampa serigrafica rotativa e la flessografia.

Le testine di stampa inkjet Xaar 2001, con una risoluzione di 720 x 600 dpi e diversi livelli di qualità, permettono di riprodurre dettagli nitidi, toni morbidi, colori vibranti e pieni su una vasta gamma di materiali standard per etichette, inclusi PP, PE, BOPP e altri supporti speciali.

A ciascuno il suo budgt e le sue etichette
Il sistema si può espandere fino a raggiungere una configurazione ibrida e personalizzata di flessografia, nobilitazioni e unità di finitura: rappresenta quindi una linea integrata di stampa a passaggio singolo per la produzione di etichette, una soluzione ideale per soddisfare richieste e budget diversi.

La commistione di tecnologie convenzionali e digitali garantisce una produzione rapida ed economica di etichette autoadesive di qualità elevata, ad esempio per prodotti cosmetici e farmaceutici caratterizzati da frequenti cambiamenti di confezione. Oltre a fornire tirature on demand che riducono il rischio di sovrapproduzione, la stampa digitale promette qualcosa di essenziale per questo segmento di mercato: la personalizzazione.
Sempre più aziende, infatti, cercano di catturare l’attenzione dei clienti con un packaging su misura, ed è ovvio che la stampa digitale rappresenti quel valore aggiunto necessario per aumentare le vendite e la riconoscibilità sul mercato.