Ricoh scende in campo contro l’Alzheimer

1052

Con l’iniziativa internazionale Printed Memories e il “paese ritrovato” in Italia la società contribuisce alla riabilitazione cognitiva dei pazienti affetti dal morbo

Sono 46,8 milioni le persone a livello worldwide affette da una forma di demenza (fonte Rapporto Mondiale Alzheimer 2015), una cifra destinata quasi a raddoppiare ogni vent’anni. I nuovi casi di demenza sono oltre 9,9 milioni l’anno: un caso ogni 3,2 secondi. In Italia si stima che la demenza colpisca 1,2 milioni di persone.

La malattia di Alzheimer o morbo di Alzheimer è la più comune causa di demenza, di cui rappresenta il 50-60% dei casi. Una malattia vera e propria con caratteristiche cliniche specifiche che richiedono specifici interventi diagnostici, terapeutici e riabilitativi.

Tra le terapie di riabilitazione un ruolo importante è giocato dalla stimolazione cognitiva, che consiste nell’andare a potenziare le funzioni mentali residue del paziente. Un aspetto fondamentale per garantire condizioni di vita accettabili al malato e ai suoi familiari, dove Ricoh ha deciso di investire con una nuova iniziativa nell’ambito del suo ampio programma di Corporate Social Responsability (CSR).

Printed Memories: cartoline per ricordare

All’interno del programma Printed Memories in collaborazione con Alzheimer’s Research Ricoh ha lanciato un portale online grazie al quale è possibile inviare cartoline personalizzate che servono per aiutare i malati a ricordare persone, eventi e luoghi della loro vita.Ricoh Printed Memories_1

Il portale “Printed Memories” aiuta quindi a mantenere le relazioni grazie all’invio di cartoline personalizzate. Lo strumento è semplice da utilizzare: è sufficiente caricare una foto, inserire un messaggio e l’indirizzo del destinatario, in qualunque Paese europeo egli risieda. Per ogni invio è richiesto un contributo di una sterlina interamente devoluta ad Alzheimer’s Research per sostenere la ricerca.

Il supporto di Ricoh

Il processo di back end è stato pensato per garantire la massima efficienza e agevolare la user experience. La produzione delle cartoline è completamente automatizzata (dalla ricezione dell’ordine alla stampa all’invio cartaceo) e non richiede alcun intervento manuale. L’automazione è resa possibile da soluzioni software Ricoh per la gestione end-to-end dei processi produttivi. Il portale e le funzionalità di personalizzazione hanno alla base MarcomCentral, mentre Ultimate Impostrip consente di eseguire l’impositioning di file Pdf pronti per la stampa. Ricoh Process Director ottimizza e automatizza i workflow, TotalFlow Production Manager definisce la programmazione dei lavori e, infine, la soluzione MIS (Management Information System) di Ricoh Avanti Slingshot gestisce la produzione e i processi. 

Presso una struttura Ricoh situata a Telford (Regno Unito), ogni cartolina viene sottoposta a controllo e a Ricoh Printed Memories_2ottimizzazione. La produzione avviene mediante la soluzione foglio singolo a colori Ricoh Pro C9110 e la nuova Ricoh Pro C9210. Dopo di che, la cartolina viene approvata e preaffrancata per ridurre le spese postali. 

Il Paese Ritrovato: un villaggio per essere come a casa

L’impegno di Ricoh a favore dell’Alzheimer prosegue anche in Italia con il supporto fornito a “il paese ritrovato”, il primo “villaggio” che nel nostro Paese si occupa del benessere di persone con forme di demenza e affette dalla sindrome di Alzheimer.

Situato a Monza, il centro è stato realizzato dalla cooperativa La Meridiana: un vero e proprio borgo, con negozi, chiesa, ristorante, banca e appartamenti che dovrebbe consentire ai malati di vivere una vita quasi normale.

Ricoh, in questo contesto, supporta le attività di stimolazione cognitiva con soluzioni di visual communications. Le  lavagne interattive e proiettori verticali Ricoh verranno utilizzate nei laboratori multisensoriali.

Inoltre, stampanti e multifunzione Ricoh saranno a disposizione degli operatori sanitari e scientifici che lavorano nella struttura.