Qboxmail: il mail hosting su misura

28

Funzionalità completamente gestite via API per il servizio di mail server in cloud della società toscana. Si paga solo quello che effettivamente si usa

Comunicazioni via email sempre disponibili, veloci e sicure. E’ questa la mission di Qboxmail, azienda nata nel 2013 e acquisita nel 2016 dal Gruppo Welcome, che si presenta con un fatturato di 55 milioni di euro nel 2016, 258 dipendenti e circa un centinaio di sviluppatori.

Welcome Italia è un operatore di telecomunicazioni che si propone al mercato con un’unica offerta di servizi per le imprese (Vianova) che integra i tradizionali servizi di rete, come la telefonia e l’accesso internet, con servizi di collaborazione avanzati. In questo quadro Qboxmail gestisce un servizio di mail server in cloud che si rivolge a web agencies, ISP, system integrator o aziende strutturate che hanno al loro interno un responsabile It offrendo svariati GB di spazio sulla “nuvola” all’insegna della massima sicurezza e compliance al nuovo regolamento europeo sulla data protection (GDPR). L’essenza del servizio offerto da Qbox mail è la possibilità di creare, modificare e gestire caselle email via API o pannello di controllo.logo_qboxmail_horizontal

Solo chi non ha mai gestito un Mail Server può pensare che sia un compito facile. In realtà è un attività molto difficile e impegnativa, che richiede una cura costante giorno dopo giorno e che se sottovalutata può portare a una perdita di dati e risorse importanti per la propria attività – sottolinea Alessio Cecchi, founder e CEO di Qboxmail -.  Oggi le email sono uno dei mezzi di comunicazione maggiormente diffusi e usati, proprio per questo sono sempre più sotto attacco da parte di criminali informatici. Solo un aggiornamento costante di infrastrutture e personale garantisce che le proprie comunicazioni via email siano efficienti e sicure”.

Un servizio su misura

Qboxmail offre un servizio altamente personalizzato, conforme alle esigenze del singolo cliente garantendo email sempre sincronizzate, servizio di antispam e antivirus, oltre che un Archivio Email totalmente in cloud (che non richiede software o plugin da installare) che offre uno spazio illimitato e 10 anni di storico. Le caselle email possono andare da 8 a 25GB e i messaggi sia inviati che ricevuti sono sempre sincronizzati fra PC e smarphone.

Il Pannello di controllo è completamente self-service e personalizzabile, con accesso multi livello in modalità Whitelabel. Con ETLive è possibile avere sempre sotto controllo i log del traffico mail in ingresso ed in uscita in real time attraverso le API o l’interfaccia dedicata.

Tutte le funzionalità possono essere gestite via API, che collegano gli applicativi di Provisioning e Fatturazione a Qboxmail e automatizzano i processi di attivazione dei nuovi servizi.

Migrare le proprie caselle email, il loro contenuto e tutte le sotto cartelle dal vecchio server è semplice e può essere fatto dall’utente in modalità self-service.

I vantaggi

I plus di Qboxmail sono ben riassunti da Cecchi, che afferma: “Le API sono un nostro punto di forza in quanto permettono ai clienti di mantenere le loro logiche di business e di non doversi adattare alle nostre. Altro vantaggio è che sviluppiamo in autonomia i nostri software e pannelli di controllo per garantire la massima apertura e non essere legati alle politiche commerciali di alcun vendor. Inoltre il nostro Archivio Email è sviluppato internamente da noi e di fatto è l’unico servizio di questo tipo ad essere sviluppato internamente da un’azienda italiana. Per finire abbiamo iniziato già da tempo a lavorare al GDPR e quindi non ci facciamo cogliere impreparati”.

Il prezzo del servizio varia in base allo spazio utilizzato: si paga solo quello che si usa senza costi di setup o canoni fissi ed è possibile attivare le caselle email anche su più domini. Qboxmail offre inoltre disponibile la prova gratuita della sua soluzione per 30 giorni.