Finbuc stringe l’accordo con Xerox

Più tecnologia e sicurezza al servizio degli enti e delle PMI italiane

Il mercato italiano del settore printing per le piccole e medie imprese e per la pubblica amministrazione è in continua evoluzione, con un volume di affari in crescita grazie anche alla formula del noleggio, soluzione che solo nel 2017 ha mosso 1,43 miliardi di euro, con incremento del + 36,2% rispetto al 2016 (fonte Assilea – Associazione Italiana Leasing).

Finbuc, azienda specializzata in vendita e noleggio di prodotti di informatica, consumabili, elettronica di consumo, da oltre quindici anni al servizio di imprese pubbliche e private, ha stretto un accordo con Xerox per intensificare la già solida collaborazione.

La riduzione dei costi e la diversificazione dell’offerta sono le principali priorità richieste dalle aziende europee nel settore della stampa (indagine Print Census 2018) e sono le basi su cui si fonda la nuova partnership.

Nuovi prodotti e multifunzioni di ultima generazione per la stampa A3/A4 in bianco e nero e a colori appositamente studiati per le PMI, la gestione dei materiali di consumo originali Xerox e il progetto costo copia per la stampa a colori, sono solo alcune delle novità portate in dote dall’accordo.

La partnership è stata calibrata sul modello di business di Finbuc, che negli ultimi due anni ha più che raddoppiato il proprio fatturato, attraverso un incremento dei rapporti sia in termini di numero di clienti, sia nelle attività di supporto, formazione e assistenza.

 “Nei processi di Digital Trasformation è fondamentale supportare i clienti nella gestione delle risorse oltre che nelle modalità di utilizzo degli strumenti  più giusti per stampare, scansionare e gestire i documenti – spiega Valentino Buccella, direttore commerciale di Finbuc – Grazie alle soluzioni e prodotti  Xerox possiamo offrire ai nostri clienti alternative adatte alle diverse necessità lavorative, garantendone  qualità e affidabilità  anche nel rispetto dell’ambiente”.