Raccomandazione Netflix per le telecamere cinematografiche Panasonic

La gamma cinematografica al completo di Panasonic è indicata nel servizio di entertainment via Internet di Netflix

È arrivata la certificazione PTA Post Technology Alliance per la gamma completa di telecamere cinematografiche 4K di Panasonic.
Quest’ultima è stata classificata tra le soluzioni Post Technology Alliance da Netflix, il servizio di entertainment via Internet leader nel mondo.

Da qui la garanzia a creativi e operatori del settore che un prodotto sia conforme alle attuali specifiche di erogazione di contenuti di Netflix e che in futuro continuerà a soddisfare le mutevoli esigenze delle comunità di produzione e post-produzione.

I loghi PTA sono stati assegnati ai modelli VariCam 35, VariCam LT, VariCam Pure e EVA1 di Panasonic. Queste telecamere sono state infatti utilizzate per realizzare numerose serie originali di Netflix, tra cui Ozark, 13, Orange is the New Black, Better Call Saul e Arrested Development.

Le telecamere sono conformi alle specifiche UHD 4K di Netflix e all’alta gamma dinamica richiesta per le immagini, come da standard qualitativi imposti dal network. La gamma monta un sensore da 35 mm per ottenere una profondità di campo cinematografica, mentre la EVA1 raggiunge la risoluzione 5.7K.

Come riferito in una nota ufficiale da Chris Fetner, Director of Post Partnerships & Integrations di Netflix: «Per noi di Netflix supportare con i migliori strumenti di lavoro i nostri creativi è fondamentale e la Post Technology Alliance mira proprio a costruire un legame senza soluzione di continuità tra la produzione e la post produzione. I prodotti che sottendono al marchio PTA condividono l’impegno a favorire una migliore interoperabilità e più veloci cicli di innovazione, che permettano agli artisti di concentrarsi sulle loro priorità, ossia narrare storie in video».

Dal canto suo Panasonic ha fatto sapere di condividere l’impegno con cui Netflix fornisce ai suoi creativi tecnologie all’avanguardia, per metterli in condizione di concentrarsi in primo luogo sullo story-telling.