Tecnologia per la didattica BenQ per i visitatori di Edu Tournée

L’azienda taiwanese sarà presente alle tappe di Modena e Firenze del roadshow dedicato alla tecnologia e all’innovazione applicate alla formazione

Domani, martedì 2 ottobre, BenQ parteciperà alla tappa modenese di Edu Tournée 2018, roadshow formativo dedicato alle potenzialità delle tecnologie multimediali per la didattica, che si ripeterà anche da giovedì 18 a sabato 20 ottobre all’interno della fiera Didacta 2018, a Firenze.

In entrambi gli appuntamenti, lo specialista taiwanese in tecnologie di visualizzazione delle immagini porterà all’attenzione di responsabili tecnici di istituti e università, progettisti e manutentori, dirigenti scolastici e animatori digitali, docenti, ma anche di professionisti, system integrator, progettisti di sistemi audio, video e domotici il ruolo della tecnologia nell’evoluzione e trasformazione della didattica interattiva.

In particolare, Alessandra Ollano, Key Account Manager B2B di BenQ Italy, farà un’analisi delle diverse forme e modalità di interazione didattica e della sua recente evoluzione. La manager si soffermerà sulle dinamiche e sui fattori che, negli ultimi anni, hanno prodotto una profonda trasformazione nella comunicazione e nell’interazione didattica, rendendole di fatto più efficienti e pervasive sia all’interno che all’esterno delle aule scolastiche, e il ruolo fondamentale della tecnologia visuale in questo processo di cambiamento che è tuttora in atto.

All’interno dell’area demo, il pubblico avrà modo di provare il monitor interattivo 4K UHD BenQ RM6501K, sperimentandone i numerosi vantaggi, come la scrittura manuale finalizzata all’apprendimento collaborativo, la tecnologia Eye-Care per la tutela della vista, l’app per prendere appunti EZWrite 4.0 Lite, il software InstaQShare per l’interazione wireless.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Giacomo Rocchi, Sales and Marketing Manager di BenQ Italy: «La didattica rappresenta per BenQ uno dei filoni di ricerca più consolidati. È grazie a questa esperienza di lungo corso che riusciamo a conciliare l’inconciliabile, ovvero a rendere istintiva da usare una tecnologia che in realtà è molto sofisticata e dirimente sia per chi insegna che per chi apprende».

Domani, martedì 2 ottobre la giornata di studio si terrà a Modena presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Dipartimento di Giurisprudenza, Via S. Geminiano 3, Aula Convegni e Sala M – Primo piano, dalle ore 9.30 alle 16.30.

Il 18, 19 e 20 ottobre le giornate di studio si terranno, invece, a Firenze presso la Fortezza da Basso, viale Filippo Strozzi 1, dalle ore 9 alle 17.30.