A Smau Milano le startup sono al servizio della Sanità

La kermesse ICT milanese sarà l’occasione per le startup innovative di presentare ai protagonisti del settore i propri progetti più promettenti

Dalla telemedicina al rapporto con i pazienti, dallo studio di nuovi farmaci alla creazione di comunità internazionale di innovatori nel settore biomedico, fino alla collaborazione tra aziende ed enti di ricerca, sono numerosi e molteplici gli ambiti di applicazione in campo sanitario della rivoluzione digitale.

Lo sa bene l’edizione 2018 di Smau che, di scena dal 23 al 25 ottobre, porterà a Fieramilanocity un programma con oltre 300 workshop ed eventi gratuiti, oltre 400 espositori, tra cui 200 startup innovative.

Ma non solo. All’interno di Smau Live Show sarà anche possibile conoscere i casi di successo in ambito sanitario e farsi ispirare da imprese come la vostra.

Quando l’innovazione è supporto della sanità
Nello specifico, realtà di primo piano come Dompé saranno a Smau Milano per parlare di come un’azienda italiana ha fatto dell’Open Innovation uno dei driver principali. La casa farmaceutica, infatti, ha aperto una call (in scadenza il 31 ottobre) per cercare e finanziare con 20mila euro i migliori progetti e idee nei settori dell’oftalmologia e della Nutrizione & Benessere.

A sua volta, il Cluster TAV è una realtà caratterizzata da eccellenza scientifica e tecnologica che riunisce un partenariato multidisciplinare composto da aziende, enti di ricerca, università e ospedali con l’obiettivo di favorire il dialogo tra questi attori. Obiettivo: garantire innovazione in diversi settori, tra cui, in primis, il campo della Medicina Personalizzata, della Neuroriabilitazione, della Nutrizione, del Turismo della Salute e dello Sport.

In uno scenario così effervescente, Baxter, azienda multinazionale farmaceutica e biomedicale, ha sviluppato Homechoice Claria, un innovativo sistema per la dialisi peritoneale automatizzata (APD). Questo dispositivo domiciliare, grazie alla comunicazione con la piattaforma di connettività su web Sharesource, consente al medico nefrologo di accedere alle informazioni sui trattamenti eseguiti a casa dal paziente direttamente dal pc del centro dialisi, da un tablet o smartphone.

Infine, Apoteca Natura, il network di 630 farmacie in Italia e 330 in Spagna ha sviluppato un’app, attraverso la quale farmacista e paziente possono interagire e condividere le informazioni. Attraverso il sistema, il paziente può creare il proprio data base con le informazioni relative a tutti gli aspetti che riguardano la salute e condividerlo con il proprio farmacista di fiducia.

Focus sulla Gestione Proattiva dei Rischi in ambito sanitario
Per le organizzazioni sanitarie e sociosanitarie interessate a valutare il livello di compliance della propria organizzazione ai gold standard in materia di rischio clinico e stimarne un indice di rischio, è rivolta la presentazione della soluzione informativa denominata “CARERISK”.

Con quest’ultima, gli utenti interessati potranno anche sapere come come questo indice sta variando nel tempo e quali sono le aree critiche e toccare con mano una soluzione tecnologica in grado di consentire la pianificazione di un progetto di miglioramento continuo sulla gestione del rischio in ambito sanitario.

Per l’iscrizione diretta e agevolata a SMAU Milano, cliccate QUI.