Tecnologia video LG Electronics per l’Aeroporto di Venezia

Un radicale upgrade ha visto protagonisti uno dei più importanti gate intercontinentali italiani e la divisione Business Solutions di LG

L’Aeroporto “Marco Polo” di Venezia – terzo gate intercontinentale in Italia dopo Roma e Milano – ha scelto le dotazioni della divisione Business Solutions di LG Electronics per migliorare l’esperienza visiva e la fruizione delle informazioni da parte dei passeggeri.

Lo sviluppo delle infrastrutture e della rete dei voli, insieme a un sistema tecnologico all’avanguardia per aiutare gli utenti a reperire facilmente informazioni su arrivi e partenze, sono elementi fondamentali della gestione aeroportuale di ultima generazione.

Da qui la scelta di attuare un programma di ampliamento strutturale che guarda al futuro con un sistema informativo gestito dal Gruppo SAVE e, al momento, composto da duecento monitor LG, la maggior parte modelli della serie LS75C, a copertura di circa il 90% dell’installazione e in diverse dimensioni: da 42”, 49” o 55”.

La dotazione verrà estesa nei prossimi anni, visto il generale programma di ampliamento strutturale che prevede, tra 2012 e 2021, investimenti per 800 milioni di euro. Il parco monitor precedente era composto da modelli più contenuti: l’implementazione di monitor LG di dimensioni maggiori permette, quindi, una miglior fruizione e visualizzazione delle informazioni da parte degli utenti.

Perché sono stati scelti i monitor LG
Come riferito in una nota ufficiale da Gabriele Padovan, Project Manager alle Infrastrutture Informatiche dell’Aeroporto di Venezia: «Avevamo un sistema di monitor da 32”, piuttosto piccoli. Il sistema aveva bisogno di essere aggiornato, cercavamo monitor più grandi, in funzione h24, luminosi e antiriflesso, con cornici sottili e player integrato per la visualizzazione dei contenuti HTML5 su cui si basa il nostro software FIDS, onde evitare l’acquisto di un PC esterno. Inoltre, cercavamo monitor dotati di software di gestione in grado di monitorarne continuamente lo stato e di modificarne i parametri direttamente dalla console centralizzata. Dopo un confronto tra i vendor più qualificati, la scelta è caduta su LG, anche per un discorso di robustezza e di estetica gradevole dei monitor, con cornici sottili e in grado di figurare bene negli ambienti appena rinnovati della struttura aeroportuale».

I monitor della serie LS75C sono pensati per funzioni informative e di digital signage, anche 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Si contraddistinguono, poi, per caratteristiche peculiari, come la risoluzione da 1920×1080, i 700 nit di luminosità, uno spessore da 32 mm. e una cornice molto stretta, di appena 7,4 mm.

Grazie al processore Quad Core la velocità di calcolo è stata aumentata e la riproduzione dei contenuti è fluida e scorrevole.

Visto che costituiscono l’anima informativa dell’aeroporto di Venezia, i monitor sono stati dislocati in diverse aree, dai banchi del check-in agli spazi di attesa e di transito dei passeggeri, per mostrare l’elenco dei voli, in partenza o in arrivo, e le diverse pagine segnaletiche.

La principale area applicativa dei monitor è il Flight Information Display System, che ordina e comunica gli arrivi, le partenze, i luoghi di ritiro dei bagagli e di tutte le altre informazioni utili ai viaggiatori. Circa trenta monitor sono dedicati alle zone di controllo passaporti, mentre tre sono impiegati per visualizzare i tempi di attesa nelle code ai varchi del controllo sicurezza.

I modelli da 49” e da 55” sono utilizzati in diverse zone: in sospensione sopra i banchi del check-in, ai gate di imbarco e per tutto l’aeroporto, disposti secondo un layout sia verticale, sia orizzontale, per una miglior adattabilità a spazi e ambienti diversi. I formati da 42” sono stati utilizzati nei box del controllo passaporti, mentre sui nastri di riconsegna bagagli sono stati scelti i modelli da 55” per una visibilità migliore delle informazioni.

Oltre alla serie LS75C, l’upgrade delle strutture video dell’aeroporto di Venezia comprende anche quattro monitor della serie SM5KD da 65”, utilizzati per costruire una sorta di “portale” per gli arrivi, una nuova segnaletica, sia in arrivo che in partenza, per visualizzare le tipologie di passeggeri e agevolare i controlli di sicurezza tramite un’applicazione dedicata, gestibile via tablet.

La serie LG SM5KD, che comprende monitor dai 32” ai 65”, è contraddistinta da pannelli IPS con 450 nit di luminosità, uno spessore di 38,6 mm e una cornice di 11,9 mm.

Un singolo modello da 65”, a uso interno e non visibile al pubblico, è dedicato alla visualizzazione della planimetria dell’intera area aeroportuale grazie a un’applicazione sviluppata dalla società Naitec. Grazie al collegamento ad un PC esterno, permette il monitoraggio generale e in tempo reale dell’intera area, della movimentazione dei mezzi sulle piste e nei parcheggi degli aeromobili.

Le soluzioni LG implementate nell’aeroporto di Venezia non riguardano soltanto i monitor. Una parte fondamentale dell’upgrade messo in opera dal gate intercontinentale veneto riguarda, infatti, i software di gestione e di monitoraggio. I contenuti che girano sui monitor LG sono pagine HTML5 gestite da un software proprietario e da una applicazione sviluppati da Naitec, la software house del Gruppo SAVE. Il software LG SuperSign è stato integrato sia per il monitoraggio dei monitor, sia per la distribuzione delle informative sui voli a singoli gruppi di display, a seconda della loro tipologia e dislocazione. Si tratta di un buon esempio di integrazione tra software diversi: quello proprietario, sviluppato da Naitec, che crea i contenuti su web sotto forma di pagine HTML5, e quello di LG, che li distribuisce ai singoli monitor, secondo gruppi preordinati ed eventualmente modificabili.