L’Altopiano di Asiago pensa ai turisti con disabilità

Marchio “Yeah” per il sito guidealtopiano.com accessibile agli utenti con disabilità visiva, uditiva e motoria

Intenzionato a creare un sito web accessibile a tutti, il gruppo “Guide dell’Altopiano Asiago” ha ottenuto per guidealtopiano.com il marchio “Yeah”, che ne certifica l’accessibilità agli utenti con disabilità visiva, uditiva e motoria.

Grazie alla collaborazione tra “Guide Altopiano”, “cooperativa Yeah”, e “ITS Academy Turismo Veneto” di Asiago, infatti, è nato il progetto H.O.S.T. Hospitality Outdoor Special needs Tourism con l’obiettivo di aiutare, attraverso la tecnologia, i turisti con disabilità a godere in sicurezza dei percorsi all’aria aperta, in particolare nell’Altopiano di Asiago.

L’iniziativa si colloca nell’ampio progetto ITS 4.0 che il MIUR nel 2018 ha condotto, in collaborazione con il team di specialisti dell’Università Cà Foscari, proprio per diffondere nuovi strumenti e nuove metodologie attraverso gli ITS Academy, istituti che proprio dell’innovazione sono ‘avanguardia’ nell’ambito della formazione.

Esperienza di navigazione a portata di tutti
I visitatori ciechi, ipovedenti, sordi e le persone con difficoltà fisiche agli arti superiori possono quindi visitare il sito senza barriere, utilizzando le loro tecnologie assistive (sintesi vocali, display Braille, videoingranditori etc.) con un’esperienza di navigazione simile a quella dei normodotati.

Per ottenere il marchio il sito guidealtopiano.com è stato sottoposto a una serie di test, ottimizzazioni e verifiche effettuate direttamente da un gruppo di utenti con diverse disabilità in collaborazione con l’ITS Academy Turismo Veneto di Asiago nell’ambito del progetto 4.0. Un percorso che ha portato a certificare la conformità delle pagine e dei contenuti web del portale alle linee guida internazionali sull’accessibilità WCAG 2.0 emanate dal W3C, l’organismo mondiale che detta le regole della rete.

La possibilità di accedere direttamente e personalmente alla scoperta ed al godimento delle ricchezze del pianeta rappresenta un diritto di cui tutti gli abitanti del mondo devono poter usufruire in modo paritario”: così recita il Codice Mondiale di Etica del Turismo all’Art.6. Per questo Guide Altopiano ha voluto garantire la piena fruibilità dei contenuti del proprio sito internet, a prescindere dalle capacità fisiche e sensoriali degli utenti che lo visitano.

Se anche i privati rendono accessibili i loro siti web
La Dichiarazione di accessibilità è stata rilasciata da Yeah, ramo aziendale della cooperativa Quid specializzato nel campo dell’accessibilità e dell’inclusione. Yeah è il primo marchio dedicato all’accessibilità dei siti web delle aziende e degli enti privati. La legge n. 4/2004 sull’accessibilità dei siti web (meglio nota come “legge Stanca”) prevede infatti obblighi specifici solo per le pubbliche amministrazioni, lasciando agli operatori privati la libertà di prendere iniziative in tal senso.