EaseUS Data Recovery Wizard e il recupero dei dati non è più un problema

Il software, giunto alla release 12.8, permette il ripristino dei file persi in soli tre passaggi

E’ successo a tutti, almeno una volta nella vita, di perdere dei file importanti. Le cause della perdita dei dati possono essere le più svariate: da un’eliminazione a un’errata formattazione, dalla perdita di partizioni ad un crash del sistema operativo fino ad attacchi malware che hanno preso di mira il dispositivo.

Per evitare di incorrere in questo tipo di scenari permettendo un recupero completo e semplice dei dati persi da pc, laptop o dispositivi removibili EaseUS propone il software gratuito di recupero dati EaseUS Data Recovery Wizard, che in soli tre click permette il recupero dei file persi (fino a più di 1.000 tipi).

Per l’utilizzo del software non è richiesta alcuna pregressa conoscenza di recupero dati, a conferma della sua facilità di utilizzo, che si basa su due diverse modalità di analisi: una scansione rapida, che cerca tra cartelle e files eliminati usando un semplice algoritmo per ottenere velocemente i risultati, ed una scansione approfondita che analizza il dispositivo di memorizzazione settore per settore per ottenere i risultati.

Il recupero dei file avviene in soli tre passaggi: con il primo click l’utente trova il percorso dove risiedevano i dati persi e avvia la ricerca, con la possibilità di scegliere anche eventuali partizioni perse. Si dà poi avvio alla scansione rapida e profonda del computer o dispositivo, che permettono il recupero dei dati. Per finire, si seleziona quello che si vuole recuperare dai risultati dell’analisi. Si visualizza l’anteprima dei files recuperabili prima del ripristino e si ripristina qualsiasi file di cui si ha bisogno in maniera immediata. E’ infatti possibile prendere visione in anteprima di tutti i file disponibili per il ripristino così da scegliere cosa recuperare senza recuperare file inutili e non necessari.

La release 12.8 di EaseUS Data Recovery Wizard si differenzia dalle precedenti perché perfeziona il recupero del nome di file originale e della struttura di directory dei dati persi; ottimizza la funzione di ricerca e aggiunge più opzioni di filtro per un recupero più preciso; rileva i file in modo più veloce con una nuova tecnologia di scansione; ed infine  migliora l’anteprima fornendo una migliore copertura del tipo di file.

Il file è disponibile in tre versioni: Free, Pro e Pro+WinPE (gli ultimi due si possono comunque provare gratuitamente) che integrano funzioni via via più approfondite e garantiscono un recupero più completo.

La versione Free recupera al massimo 2GB di dati: si possono recuperare subito 500MB di dati. Condividendo poi il software sul proprio profilo Facebook, Twitter o Google+ si può crescere fino ad un limite di 2GB.