Prodotti e assistenza non bastano più

Il supporto fornito ai clienti non può più essere limitato ai soli aspetti tecnici, ma occorre fornire anche la giusta formazione. Emblematico il caso di It solution

 

Assistenza tecnica specializzata e certificata in campo informatico, a 360 gradi, per imprese di piccole, medie e grandi dimensioni. La Mission di IT solution è fornire servizi completi realizzando pacchetti su misura, in base alle esigenze del cliente”. Sono queste le parole scelte dall’azienda di Rovigo per presentarsi sul proprio sito. Da alcuni mesi, però, IT solution ha deciso di inserire, tra i servizi offerti, un’ampia gamma di corsi di formazione, non riguardanti prettamente il settore IT. Una scelta che, come spiega l’IT Manager Francesco Ongaro, è dettata dal fatto che “tutte le tematiche trattate hanno comunque un trait d’union con la nostra attività prevalente che è informare e informatizzare i nostri clienti, mettendo a disposizione tutti gli strumenti e le skill in nostro possesso. Riteniamo che l’informazione, oggi come oggi, rappresenti sempre più un valore aggiunto al fine di eliminare alla base qualsiasi rischio derivante dall’uso non consapevole di un sistema informativo”.

Nello specifico, quali tematiche avete deciso di affrontare nei corsi di formazione?

Abbiamo deciso di partire con tematiche prettamente legate al concetto di sicurezza informatica (Business Continuity e GDPR), collegate alla nostra business unit “IT consulting” dedita a offrire consulenza in ambito tecnologico. Spesso ci rendiamo conto che le criticità maggiori rilevate dai nostri clienti dipendono dal fatto che il cliente stesso non ha una piena consapevolezza dei rischi derivanti dal proprio operato, comportando errori fatali non solo per l’attività dell’individuo ma di tutta la rete aziendale. Il più classico degli esempi altro non è che l’apertura di una e-mail infetta. A ciò si va ad aggiungere la poca sensibilità degli imprenditori nel capire e saper quantificare i rischi derivanti da un’infrastruttura tecnologica inadeguata e poco sicura”.

Oltre agli aspetti tecnici, però, state prestando una notevole attenzione anche agli aspetti normativi e amministrativi. Perché investire in settori apparentemente lontani dal vostro?

Ci rendiamo spesso conto che le persone adibite a tali mansioni non sempre hanno competenze specifiche che possano coniugarsi facilmente con la gestione dei dati tramite un software gestionale. Da qui la collaborazione con Filippo Verde, dottore commercialista iscritto all’Albo dei dottori commercialisti di Rovigo, impegnato nel fornire ai nostri clienti i principi contabili da applicare nell’uso dei software gestionali. In questo scenario si è andata ad aggiungere l’entrata in vigore della fatturazione elettronica che, se affrontata con metodo, può diventare una semplificazione ed un’06opportunità. Fanno da corredo alle tematiche finora trattate altri concetti egualmente importanti e spesso sottovalutati come la gestione del tempo e la pianificazione delle attività, la leadership, l’uso consapevole del canale web e in particolare dei social network in ambito business per ottenere visibilità”.

Oltre Verde, impegnato principalmente nel comparto della formazione di tipo amministrativo, vi sono altri professionisti che vi supportano nell’attività formativa?

Tutti i corsi prevedono il contributo di professionisti del settore di riferimento. Molti di questi collaborano con noi già da tempo come l’avvocato Marco Longoni e gli ingegneri Lodovico Mabini e Davide Grossato.

Teniamo a sottolineare che oltre alla professionalità e competenza dei docenti coinvolti, i corsi in programma hanno un ulteriore valore aggiunto: nell’accedere ai percorsi formativi proposti è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali previste dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”, volto a stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale nelle materie aventi a oggetto le tecnologie rilevanti per il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese”.