SCUOLAB gratis in 100 scuole secondarie

Un software realizzato da Protom che porta il laboratorio in ogni classe

A 100 istituti di secondo grado verranno gratuitamente fornite le licenze dei primi due volumi di Scuolab Fisica, il software realizzato da Protom, che porta in ogni classe la possibilità di realizzare esperienze laboratoriali, utilizzando la Realtà Virtuale per rendere l’apprendimento più efficace e immediato grazie alla forza dell’esperienza diretta.

Concepito per le Scuole Secondarie di secondo grado, Scuolab rappresenta per i docenti un supporto che permette di ampliare e migliorare l’offerta didattica, potenziandola attraverso elementi tecnologici e innovativi che affiancano il tradizionale libro di testo.

Un prodotto unico nel suo genere, come racconta Giuseppe Santoro, responsabile della divisione Enhancing Solutions di Protom: “La Realtà Virtuale ci permette di riprodurre in maniera fedele un vero e proprio laboratorio sperimentale, eliminando i costi di manutenzione, i pericoli e le difficoltà logistiche che derivano dalla gestione di un ambiente reale e aprendo agli studenti l’opportunità di diventare, in totale sicurezza, i protagonisti attivi dell’esperienza di apprendimento”.

Attualmente sono disponibili i volumi di: Scuolab Fisica che, attraverso 31 esperienze laboratoriali, copre l’intero programma ministeriale per le Scuole Superiori di secondo grado; Scuolab Chimica, costituito da 19 esperienze, con reazioni riprodotte e risultati sperimentali fedeli a quelli che verrebbero rilevati in un vero laboratorio; Scuolab Micro, ultimo volume pubblicato,  per l’insegnamento dell’Informatica, che permette di programmare microcontrollori Arduino e sperimentare modelli di domotica.

“Scuolab ha appena iniziato ad esprimere il proprio potenziale – spiega Santoro –  e ambisce a rivoluzionare la visione didattica del laboratorio sperimentale, estendendosi, oltre le discipline scientifiche, anche all’ambito umanistico”.

Scuolab sfrutta le potenzialità delle LIM, le lavagne interattive multimediali, garantendo un’interazione facile e immediata, perché basata su una gestualità intuitiva e naturale, che stimola la capacità cognitiva attraverso l’elemento esperienziale del learning-by-doing.

Giuseppe Ciociola, responsabile del Knowledge Lab di Protom, spiega: “in Scuolab è confluita l’esperienza maturata dalla nostra azienda in oltre 25 anni di attività nell’ambito della formazione. Siamo partiti da solide basi teoriche in pedagogia per approdare a un approccio formativo completamente nuovo, che va maggiormente incontro agli schemi di apprendimento e alle abitudini di utilizzo della tecnologia dei new millennium learners, e che assegna al docente le funzioni del “facilitatore del processo di apprendimento”, agendo sulle leve della collaborazione, della condivisione, dell’apprendimento attivo. In fase di progettazione – prosegue Ciociola –  i tecnici sono stati affiancati da docenti esperti: ciò ha reso possibile allineare i contenuti delle esperienze alle indicazioni ministeriali.

Protom mette gratuitamente a disposizione delle scuole, individuate dal MIUR- Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso un Avviso pubblico, l’opportunità di utilizzare questo strumento didattico innovativo; questa azione si colloca nel quadro di un Protocollo di intesa sottoscritto con il MIUR, nell’ambito delle attività dei “Protocolli in rete”, con l’obiettivo di valorizzare beni e servizi in grado di diffondere la didattica digitale tra studenti e docenti.