Con Panasonic immagini a brevi distanze in spazi ristretti

Presentati tre nuovi obiettivi con offset pari a zero per la propria gamma di proiettori DLP a 1 e a 3 chip

C’è anche il primo obiettivo UST al mondo a integrare uno zoom ottico motorizzato tra le novità presentata da Panasonic, intento ad annunciare tre nuovi obiettivi con offset pari a zero per la propria gamma di proiettori DLP a 1 e a 3 chip.

La gamma include, infatti, l’obiettivo ultra-short throw ET-DLE020 (0.28–0.30: con risoluzione in WUXGA), il primo del settore dotato di zoom ottico motorizzato, compatibile con tutti i proiettori DLP a 1 chip Panasonic. Inoltre, sono stati sviluppati due obiettivi per i proiettori a laser Panasonic a 3 chip DLP e a elevata luminosità. L’obiettivo short-throw ET-D3LEW200 e l’obiettivo ultra-short throw ET-D3LEU100 sono compatibili con i proiettori da 20.000 e 30.000 lumen, in WUXGA e 4K+.

I soffitti bassi non sono più un problema
Gli obiettivi per i proiettori DLP a 3 chip presentano un innovativo design a “L” che elimina il problema dell’offset dello schermo e consente quindi di proiettare immagini da brevi distanze in spazi ristretti, soprattutto in ambienti caratterizzati da soffitti bassi. Il nuovo design risolve anche il problema dell’ostruzione visiva causata da alcuni obiettivi UST che sporgono dal proiettore. Ciò significa anche che i proiettori possono essere posizionati in stacking per motivi di ridondanza o per aumentare la luminosità su una singola superficie.

Tutti e tre gli obiettivi, disponibili sul mercato a partire da settembre 2019, sono dotati dello shift dell’ottica per offrire maggiore flessibilità d’installazione, mentre con i due modelli dotati di zoom motorizzato sarà più semplice regolare la posizione e la dimensione dell’immagine dopo l’installazione.

L’obiettivo ultra short-throw ET-D3LEU100 supporta un rapporto di proiezione pari a 0,37:1 (4K+) su schermi di grandi dimensioni a distanze ravvicinate, mentre l’obiettivo short-throw ET-D3LEW200 è dotato di uno zoom motorizzato con rapporto di proiezione di 0,70–0,91:1 (4K+). Entrambi eliminano l’offset senza aumentare la distanza di proiezione. Lo shift dell’ottica motorizzata di ±59% (in verticale) rende possibili ampie regolazioni dopo l’installazione del proiettore. La funzione di lens memory dell’obiettivo di Panasonic rende più semplice e veloce un eventuale richiamo di posizione dello zoom del proiettore.

L’obiettivo ultra-short -throw ET-DLE020 supporta un rapporto di proiezione pari a di 0,28–0,30:1 (WUXGA) e uno shift dell’ottica motorizzata da +50% a -16% (in verticale) e da +23% a -10 % (in orizzontale) per una maggiore libertà di regolazione in tutte e quattro le direzioni.

Come riferito in una nota ufficiale da Hartmut Kulessa, European Marketing Manager di Panasonic: «Questa innovazione consente installazioni in cui viene utilizzato ogni centimetro di superficie disponibile sullo schermo, anche dove ciò sembrava impossibile fino a poco tempo fa, come ad esempio vetrine dei negozi, corridoi dei musei, attrazioni all’interno di parchi tematici e spazi espositivi. Una vera e propria rivoluzione per il mondo delle installazioni, che i nostri clienti possono implementare».