Android Enterprise Recommended per gli handheld rugged Panasonic

I Toughbook T1 ed N1 hanno ricevuto la certificazione di Google per dispositivi rugged con sistema operativo Android

Panasonic ha annunciato con orgoglio che i modelli Toughbook T1 e Toughbook N1, entrambi dotati di lettore barcode integrato e funzionalità dati e voce, sono i primi dispositivi Android di Panasonic a ricevere la nuova certificazione per dispositivi rugged.

La certificazione Google attesta che, in qualità di Android Enterprise Recommended Rugged Devices, i neo nominati soddisfando tutti i requisiti in termini di specifiche. In particolare, la certificazione Android Enterprise Recommended facilita le aziende nel selezionare, implementare e gestire con sicurezza i dispositivi e i servizi Android che soddisfano gli alti standard aziendali validati da Google.

Dispositivi nati per rispondere ad ambienti sfidanti
Android Enterprise Recommended for Rugged Devices costituisce una sezione specifica del programma, dedicata ai dispositivi progettati per resistere ad ambienti sfidanti perché resistenti alle cadute, alla polvere e a molto altro ancora.

I dispositivi Android Enterprise Recommended ricevono inoltre aggiornamenti durante periodi di lungo utilizzo, come richiesto dai clienti enterprise.

Entrambi i dispositivi Toughbook T1 ed N1 soddisfano i requisiti di Google per la certificazione Rugged, che comprende criteri di affidabilità, sicurezza, facilità di gestione e a prova di futuro del sistema di supporto Android Enterprise.

Non a caso, Google richiede che i dispositivi rugged siano certificati secondo gli standard MIL-STD810G e offrano un IP64 per la protezione da polvere e acqua, oltre a sopportare cadute da un massimo di 1,2 metri di altezza. Entrambi i dispositivi Panasonic soddisfano perfettamente i requisiti Google, in quanto offrono un IP ben più elevato (IP68); inoltre, il Toughbook N1 resiste a cadute da un massimo di 2,1 metri e il Toughbook T1 di 1,5 metri.

Inoltre, sempre Google esige che gli aggiornamenti di sicurezza vengano implementati dai produttori entro 90 giorni dalla data di rilascio per un periodo massimo di 5 anni. Panasonic offre tre livelli di supporto: il servizio gratuito invia aggiornamenti almeno due volte l’anno fino ad un anno oltre la fine del ciclo di vita del prodotto, mentre il pacchetto di servizi opzionali offre aggiornamenti ogni 45 giorni (due volte a trimestre) per un periodo di 5 anni o per 3 anni dalla fine del ciclo di vita del prodotto. Infine, per progetti speciali, questo supporto può essere prorogato fino a un totale di 10 anni.

Quanto a facilità di gestione, i requisiti di Google prevedono che i dispositivi certificati offrano capacità di gestione “zero touch”, dopo un set-up iniziale tramite QR code o NFC (Near Field Communication). Panasonic offre un’ampia gamma di strumenti per la gestione aziendale inclusi QR, NFC e supporto ai clienti attraverso applicazioni di Mobile Device Management (MDM) ed Enterprise Mobility Management (EMM) offerte dai maggiori fornitori, oltre che tramite il Panasonic Rapid Configuration Tool (PARC).

Infine, per garantire la longevità del supporto alle versioni OS, Google richiede a tutti i produttori di dispositivi certificati di supportare almeno una release principale per i dispositivi con versioni di Android 7.0 e successive. I modelli handheld Panasonic T1 e N1 utilizzano già il sistema operativo Android 8.1 (Oreo) e in futuro verranno aggiornati ad Android 9 (Pie).