Digital signage a regola d’arte per Palazzo Castiglioni a Milano

La sede di Confcommercio Milano, manifesto italiano dell’Art Nouveau, innova le sue sale con il digital signage di Voome Networks

Confcommercio Milano ha scelto il software per il digital signage “Jade” di Voome Networks per la gestione del centro congressi e delle sale riunioni della storica sede di Corso Venezia 47, nel cuore di Milano.

Qui, a Palazzo Castiglioni, grazie al Partner Ricoh Italia che ha curato la realizzazione dell’intero progetto audio video, Voome Networks ha fornito all’ente una soluzione di digital signage completa, composta da display LG, dai media player SpinetiX e dal CMS  proprietario “Jade”.

Nell’edizione Enterprise in cloud scelta dall’Unione del Commercio di Milano, quest’ultima consente di creare e automatizzare anche gli scenari più complessi tipici della “comunicazione corporate”, come l’agenda degli eventi, sincronizzata con i sistemi già in uso per la prenotazione delle sale riunioni, e un sistema di wayfinding che direziona automaticamente le frecce verso i punti di interesse stabiliti.

Da Palazzo Liberty a esempio di innovazione
Per la sua rivoluzione tecnologica l’Unione dei Commercianti del capoluogo lombardo ha, dunque, scelto la società italiana Voome Networks per pubblicizzare in modo efficace tutti gli eventi del Centro Congressi, sostituendo la cartellonistica tradizionale cartacea con un sistema completamente  digitale.

Come riferito in una nota ufficiale da Antonio Tascone, responsabile Acquisti di Confcommercio Milano: “Nelle  nostre  sedi  di  Milano  abbiamo  diverse  sale,  tra  cui  un  grande  centro  congressi con circa 800 posti. La necessità era quella di modernizzare il servizio all’utente con una grafica chiara e messaggi puntuali in onda sui nostri monitor che, ora, ci consentono di sfruttare al meglio i nostri spazi. Per il prossimo futuro abbiamo intenzione di utilizzare i monitor anche per vendere pubblicità a clienti esterni, soprattutto in occasione di eventi particolari”.

Ricoh ha analizzato le esigenze di Confcommercio Milano e sviluppato un progetto di distribuzione delle informazioni mediante monitor che tenesse conto anche degli aspetti architettonici dell’edificio.

Considerato tra i più alti esempi di Liberty italiano ed eretto in una delle più eleganti e nobili vie di Milano, infatti, Palazzo Castiglioni non è solo la sede di Confcommercio Milano, ma accoglie ogni giorno turisti da tutto il mondo,  attratti soprattutto dall’ampio Scalone e della veranda in cui sono racchiusi i tratti del modello architettonico borghese di fine Ottocento.

In un simile contesto di pregio artistico bisognava studiare una soluzione di comunicazione digitale che si integrasse armonicamente con lo stile e i materiali dell’edificio storico, tracciando una sorta di un ponte immaginario tra tradizione e innovazione.

Un “ponte” tra passato e futuro
Si è scelto di costruire questo “ponte” con 15 display FULL-HD di LG: due  55SE3KD da 55” racchiusi in altrettanti chassis realizzati appositamente, sono  stati posizionati all’ingresso di Palazzo Castiglioni per accogliere soci e visitatori, informarli degli eventi in corso e indirizzarli verso le singole sale  meeting, grazie a un moderno sistema di wayfinding, con frecce direzionali  automatiche, integrato nel software Jade di Voome Networks.

Completa l’installazione un display ULTRA-STRETCHED da 86”, 86BH5C, posizionato nei pressi dello scalone di fianco alla grande reception che conduce al centro congressi e visualizza, ad esempio, messaggi di benvenuto rivolti all’utenza.