Canon torna al fianco del MAXXI

La società è Digital Imaging Partner di “AT HOME. Progetti per l’abitare contemporaneo” in mostra fino al 22 marzo 2020

Canon ha messo a disposizione la più avanzata dotazione tecnologica per la realizzazione delle stampe fotografiche per “AT HOME. Progetti per l’abitare contemporaneo”, allestimento della collezione di architettura del MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, in mostra fino al 22 marzo 2020.

A cura di Margherita Guccione, Direttore del MAXXI Architettura, e Pippo Ciorra, Senior curator del MAXXI Architettura, l’evento esplora l’evoluzione del concetto di abitare tra passato e attualità, facendo coesistere l’opera dei grandi maestri del Novecento con le figure emergenti nel panorama architettonico internazionale: progetti lontani nel tempo e nello spazio ma affini per metodo applicato, per contesto in cui sono collocati o per la ricerca formale che li associa.

I progetti di Demogo, Adjaye, Noero, Zaha Hadid Architects sono solo alcune delle grandi opere ospitate all’interno di un percorso espositivo che, partendo da un’esperienza immersiva all’interno di una vera e propria casa costruita nella galleria del Museo, accompagna il visitatore lungo una molteplicità di chiavi di lettura: dal “singolare – collettivo” si passa ai “duetti” con accostamenti di opere del passato e progetti architettonici di nuova generazione, fino ad arrivare a un’esperienza fisica e immersiva con i padiglioni site specific e fotografie d’autore.

In particolare è stata utilizzata la soluzione di stampa imagePROGRAF PRO-6000, un modello in grado di offrire una qualità di stampa fotografica ineguagliabile.

Non a caso, nel quadro di IoX, Imaging of Italian Exellence, un progetto italiano che l’azienda ha avviato da anni per supportare iniziative di elevato valore artistico e culturale, Canon mette a servizio della promozione e tutela delle eccellenze italiane il grande mondo delle soluzioni di cattura, stampa e videoproiezione di Canon.