La prima volta di Canon al RO.ME Museum Exhibition

Le innovative soluzioni di videoproiezione per creare esperienze immersive in musei, luoghi e destinazioni culturali saranno di scena presso Fiera di Roma il 27-29 novembre

Canon parteciperà a RO.ME Museum Exhibition, di scena presso Fiera di Roma dal 27 al29 novembre.

Per la prima volta presente alla manifestazione e unico brand di videoproiezione in mostra, Canon, in collaborazione con il partner IC VIDEOPRO e il pluripremiato studio specializzato in Video Art – The Fake Factory – realizzerà un vero e proprio Experience Center dove saranno all’opera 11 proiettori Canon XEED WUX 450ST e 500ST, soluzioni compatte ed estremamente flessibili che permettono di elaborare le immagini con un livello di dettaglio senza eguali. Videoproiettori caratterizzati da un’ottima fedeltà cromatica e un elevato rapporto di contrasto che ne garantiscono il massimo realismo. Inoltre, le dimensioni compatte rappresentano un notevole vantaggio in ambienti come quelli museali e creativi, in cui discrezione e ingombro minimo sono fondamentali.

Presso il Padiglione 07, allo Stand A8/A6/B9/B7, i visitatori e gli operatori di settore potranno dunque toccare con mano una moltitudine di applicazioni destinate al settore del Cultural Heritage, sperimentando di persona come i proiettori Canon riescano a combinare perfettamente efficienza, luminosità e qualità insieme a innumerevoli possibilità di installazione.

Canon parteciperà inoltre al panel “Going digital: musei e tecnologia, esperienze a confronto con l’intervento di Gianluca Codina, Business Development Coordinator di Canon Italia che spiegherà le innumerevoli opportunità fornite dalle tecnologie di imaging per ampliare e intensificare l’esperienza dei visitatori e attrarne di nuovi.

Forte di 70 anni di esperienza nel mondo dell’Imaging, Canon affianca le istituzioni museali, artistiche e culturali quale partner ideale nel loro processo di innovazione, per cogliere le nuove opportunità offerte dal mondo digitale. Tutto questo è possibile grazie a una gamma di soluzioni sempre più performante, che possa rispondere alle molteplici esigenze di questo settore, dalla compattezza dell’impianto alla resa cromatica, dalla luminosità alla durabilità dell’installazione.

Inoltre grazie al progetto IoX, Imaging of Italian Xellence, l’azienda supporta da anni con la propria esperienza, passione e tecnologie, iniziative di elevato valore artistico e culturale, mettendo il proprio ecosistema di imaging al servizio della promozione e tutela delle diverse realtà dell’Eccellenza Italiana.

Come riferito in una nota ufficiale da Massimiliano Ceravolo, Director Professional Imaging Group and Marketing Imaging Technologies & Communications Group di Canon: “Canon crede fortemente che l’innovazione tecnologica rappresenti un solido alleato nel promuovere l’arte e la cultura. Grazie ad allestimenti innovativi è possibile trasformare le mostre più tradizionali in eventi in cui l’imaging e soprattutto il visitatore sono al centro del percorso espositivo. Sono oltre 60 i progetti realizzati da Canon negli ultimi 3 anni a sostegno delle istituzioni museali e culturali verso la trasformazione di mostre ed esposizioni, a partire da semplici applicazioni volte a modernizzare gli spazi allestitivi nell’era dello storytelling digitale, fino a installazioni monografiche con il metodo della proiezione immersiva. Progetti che avvolgono gli utenti nel racconto e permettono di scoprire tutti i dettagli delle opere raccontate attraverso le più recenti tecnologie di visual communication. Queste modalità di fruizione dell’arte e della cultura rendono sempre più attrattive le istituzioni museali anche alle generazioni più giovani. Èquesta la grande sfida che abbiamo raccolto e nella quale vogliamo sostenere i grandi musei italiani”.