Guidare la moto in inverno: come prepararla al meglio

Per affrontare al meglio la stagione invernale in sella alla propria moto è opportuno seguire alcuni accorgimenti

Con l’arrivo dell’inverno il mondo dei bikers italiani si spacca letteralmente in due parti: c’è chi parcheggia la propria moto in garage tenendola ferma per diversi mesi e chi invece decide di affrontare le strade tutto l’anno. Una scelta questa che dipende da molti fattori, come la regione d’Italia in cui uni vive, la volontà di guidare al freddo su strade che rischiano di ghiacciarsi, oltre che per una serie di altri elementi personali.

Indipendentemente però dalla scelta che si vuole condurre, ogni motociclista dovrebbe mettere mano al proprio veicolo. E’ sbagliatissimo pensare che la rimessa della moto sia esente da manutenzione ed accorgimenti: non basta infatti solo parcheggiare la moto e “dimenticarsela” sperando che l’inverno finisca il più presto possibile.

Se si vuole invece guidare anche in inverno è consigliato seguire i seguenti suggerimenti.

Preparazione Moto in inverno

Al contrario di come avviene per gli autoveicoli per i quali scatta l’obbligo delle gomme da neve in inverno, la legge non prevede lo stesso trattamento anche per le moto. Nonostante ciò esistono per i mezzi a 2 ruote pneumatici invernali con mescole adatte a garantire una maggiore sicurezza su asfalti umidi, sporchi e nevosi. Se si decide di mantenere gomme “estive” è opportuno sgonfiarle di qualche decimo di bar per avere una maggiore aderenza. Tra tutti i tipi disponibili le gomme slick risultano essere le più pericolose da usare in inverno.

Un importante check da dover effettuare è sicuramente quello di controllare il corretto funzionamento dell’impianto di illuminazione e di quello frenante: la luce è ridotta inverno e avere freni perfettamente funzionanti risulta spesso determinante.

Nei mesi freddi è inoltre consigliato lavare la moto più spesso rispetto che in estate a causa della maggior presenza di detriti sull’asfalto e del sale che ha un elevato potere corrosivo. Allo stesso modo bisogna lubrificare al meglio le parti in movimento, soprattutto in caso di trasmissione finale a catena.

Infine, essendoci temperature rigide, bisogna ricordarsi di scaldare qualche decina di secondi il motore prima di mettersi alla guida.

Abbigliamento

La scelta dell’abbigliamento può fare la differenza soprattutto d’inverno perché guidare con il freddo provoca un irrigidimento dei muscoli che potrebbe causare la perdita del controllo della moto. Sono consigliati capi impermeabili con parti rinfrangenti per una maggiore visibilità del motociclista. Sotto di questi si possono mettere anche una maglia e una calzamaglia termica, oltre che maglioni e pantaloni del caso. Esistono inoltre guanti termoriscaldati e altri indumenti elettrici che si riscaldano con le batteria della moto quando questi vengono collegati. Si possono inoltre montare direttamente sulla moto paramani e para-piedi che riducono la sensazione di freddo. I modelli di moto più nuovi sono addirittura dotati di manopole riscaldate.

Per quanto riguarda infine il casco sono ideali le visiere anti-appannamento.

Le mete in inverno

La parola d’ordine in inverno per i motociclisti deve essere “prudenza”: sebbene alcune motociclette abbiano nativi sistemi abs e tc, bisogna evitare forti accelerazioni o frenate e manovre brusche a causa di un asfalto non sempre ottimale. Inoltre, piegare troppo o curvare sulla segnaletica presente sulla strada può avere conseguenze piuttosto gravi in quanto cresce il rischio di scivolamento.

Prima di mettersi in viaggio è inoltre consigliato controllare sempre le condizioni meteo e viaggiare nelle ore centrali della giornata.

Per quanto riguarda le mete, ad eccezione di chi ha la possibilità di prenotare viaggi in zone esotiche in sella alla propria moto, bisogna ricordarsi che in Italia esistono alcune restrizioni da tenere in considerazione: a partire da novembre fino a marzo/aprile i passi montani (soprattutto quelli alpini) sono infatti chiusi. Appaiono pertanto da prediligere giri in zone collinari o in pianura, meglio quando ancora quando non nevica.

Avendo meno occasioni di guidare nel periodo invernale si può cogliere l’occasione per effettuare alcune modifiche sul proprio mezzo acquistando ad esempio tutti i pezzi per le modo su Auto-doc.it.