NFON nel 2020 punta a crescere, anche grazie alla partnership con Lantech Longwave

Dopo l’apertura della filiale italiana nel 2019, ora NFON punta alla leadership nel mercato italiano grazie al canale. Centrale nella propria strategia la partnership con il system integrator del Gruppo Zucchetti

Presente in Italia con una filiale da marzo 2019, NFON, provider di servizi cloud PBX paneuropeo, si propone nel 2020 di esprimere completamente il proprio potenziale grazie al lavoro iniziato lo scorso anno. Con un team in crescita, già 30 partner all’attivo, e che cresceranno ulteriormente di numero, NFON giocherà un ruolo di primo piano nel processo di transizione verso il cloud dei sistemi di comunicazione che sta iniziando a coinvolgere, con un leggero ritardo rispetto al resto d’Europa, anche il nostro Paese.

Un passo fondamentale in questa direzione è rappresentato dalla partnership strategica siglata a dicembre con Lantech Longwave, uno dei principali system integrator italiani, parte del Gruppo Zucchetti. Una realtà che copre trasversalmente il mercato e che sta crescendo in maniera impressionante, con la quale NFON intende agire sulle aziende italiane per spingerle verso la ‘nuvola’ anche nell’ambito della comunicazione aziendale.

Abbiamo fatto il punto della situazione con Marco Pasculli, Managing Director di NFON Italia.

NFON Logo

“Nel nostro Paese sta succedendo quello che è già successo negli altri Paesi nel Nord America e nel resto d’ Europa: una consistente parte di clienti sta spostando in cloud i servizi relativi al proprio centralino per gli stessi motivi per cui sono già in cloud moltissime delle applicazioni usate nelle aziende, dalla posta elettronica al CRM e il backup dei propri dati.

Le velocità di adozione della comunicazione in cloud sono diverse da Paese a Paese: nel Nord Europa e nel Nord America si tratta già di uno standard e negli altri Paesi europei, in primis Germania e Francia, si tratta di una modalità sempre più affermata.

Diverso il discorso per l’Italia, che per una mancanza di consapevolezza nel tessuto imprenditoriale, si trova in una posizione di ritardo. A mancare è ancora la conoscenza di questo tipo di servizio, soprattutto nelle realtà più piccole, motivo per cui l’education e la formazione sono fondamentali. Gli imprenditori italiani non sono affatto restii alla trasformazione digitale delle proprie aziende ma non hanno sempre le informazioni per affrontare questo passaggio in tutti i suoi aspetti. Siamo un paese di persone connesse perennemente collegate alla rete attraverso strumenti mobili, perché non rendere questi strumenti parte integrante della comunicazione aziendale? Perché non garantire ai propri collaboratori l’accesso al proprio sistema telefonico in movimento? Perché i telefoni mobili e quelli fissi non possono far parte dello stesso sistema?”

Quali sono i vantaggi dei sistemi telefonici in cloud?

“I vantaggi dei sistemi telefonici in cloud sono molti e tutti legati alla completa eliminazione del centralino in house da gestire e manutenere. L’utilizzo di un servizio in cloud si ottiene pagando un servizio per quello che si usa realmente. Le aziende al giorno d’oggi preferiscono concentrarsi sul proprio core business demandando a fornitori specializzati la gestione degli strumenti operativi , senza investimenti di tipo iniziale.

Questo modello è vincente perché è il più competitivo, grazie all’estrema flessibilità che regala e dando l’opportunità all’azienda di scegliere di pagare le risorse che servono effettivamente nel momento in cui si rendono necessarie. . La flessibilità è uno dei requisiti fondamentali del business moderno data l’estrema imprevedibilità del business stesso che rende impossibile immaginare come sarà la propria azienda nel futuro prossimo.

La flessibilità è quindi la parola chiave, insieme a semplicità dal momento che con il cloud non ci sono infrastrutture da gestire e manutenere”.

A dicembre avete annunciato la partnership con Lantech Longwave. Da dove è arrivata questa scelta?

“Lantech Longwave è uno dei più importanti system integrator in Italia che sta crescendo anche tramite una serie di acquisizioni in maniera abbastanza impressionante.

I motivi del nostro interesse verso Lantech Longwave c’è sicuramente il gran numero di clienti nel segmento PMI, insieme alla forza commerciale che copre professionalmente gran parte del nostro paese , oltre alla capacità di proporre servizi all’avanguardia in maniera trasversale. Lantech Longwave propone con successo soluzioninegli ambiti della sicurezza informatica, delle infrastrutture e della comunicazione unificata, .in partnership con le più prestigiose aziende del comparto ICT.

Lantech Longwave è quindi in grado di portare soluzioni di comunicazione in cloud a una straordinaria numerosità di PMI . In secondo luogo è società attivamente coinvolta nella proposizione dell’offerta Microsoft con particolare focalizzazione nell’area della Unified Communications, Grazie alla capacità di integrare Microsoft Teams con i nostri servizi di telefonia in cloud, proporremo congiuntamente tale soluzione alle aziende medio grandi che hanno deciso di utilizzare Microsoft come soluzione di comunicazione ed eliminare definitivamente il proprio sistema telefonico tradizionale”.

Dal canto suo, invece, perché Lantech Longwave ha selezionato NFON?

“Lantech Longwaveera alla ricerca di un partner specializzato nell’ambito cloud PBX con una grande esperienza, una soluzione molto stabile e ridondante e che fosse in grado di garantire la massima qualità del servizio. Un altro elemento che ha giocato a nostro favore è stata l’internazionalità, accanto alla nostra competenza delle soluzioni Microsoft”.

Parliamo proprio di questo mondo Microsoft… grazie alla vostra partnership quali vantaggi avranno le aziende?

“Quello che noi facciamo è fornire alle aziende un sistema telefonico in cloud che è complementare e integrabile con la soluzione Microsoft Office 365 e in particolare con Teams, che nel portafoglio Microsoft è l’applicazione con la quale gli utenti collaborano online”.

Cosa offrite ai clienti Microsoft?

“Siamo assolutamente complementari perché integriamo l’offerta Microsoft con servizi di telefonia molto comuni nelle aziende quali il posto operatore, il fax virtuale e l’utilizzo di una gran varietà di terminali hardware.

In secondo luogo forniamo ai clienti Microsoft linee, numerazioni e traffico telefonico”.

E questo tipo di proposta verso che aziende si rivolge? Qual è il vostro bacino d’utenza?

“Chiunque ha un centralino è un potenziale cliente di NFON. Una citazione a parte la merita il mondo dell’hospitality, quindi le strutture alberghiere, dove il centralino viene utilizzato in maniera un po’ diversa e peculiare rispetto alle aziende di altri mercati, motivo per il quale per loro abbiamo pensato a una proposta specifica”.

Approfondiamo la vostra proposta tecnologia più nel dettaglio…

“NFON offre un servizio di comunicazione in cloud declinato in cinque varianti.
Abbiamo il centralino telefonico in cloud, che è il cuore della nostra proposta. Abbiamo poi la variante per il mondo dell’hospitality a cui si affianca quella per Microsoft Office 365. Sempre in cloud, forniamo soluzioni di contact center ela registrazione legale delle conversazioni.

Il contact center e la registrazione legale delle chiamate sono necessari per qualunque azienda offra assistenza ai propri clienti e si occupi di vendite al telefono.
Contrariamente alle soluzioni tradizionali basate su server installati dal cliente, noi forniamo l’accesso a servizi di nuova generazione mediante client professionali via browser web, il tutto senza investimenti iniziali e con la possibilità di modificare il numero degli agenti e le caratteristiche del servizio in qualunque momento, a seconda delle proprie necessità di business”.

Cosa distingue NFON dagli altri operatori di comunicazione in cloud presenti sul mercato?

“Oggi vendere un servizio in cloud non è complicato ma ciò che fa la differenza è la propria infrastruttura, che determina la capacità, la disponibilità e la sicurezza di ciò che si offre al mercato. La nostra è un’architettura tipica di un operatore internazionale basata su data center multipli e georidondanti, cosa che ci permette di servire oltre 30 mila clienti di qualunque dimensione.

Un altro dei vantaggi che offriamo è che non diamo vincoli contrattuali. E’ possibile interrompere il nostro servizio con un preavviso di soli 30 giorni senza il rischio di incorrere in penali.

Essere un’azienda che offre i propri servizi in 15 paesi europei è poi ulteriore elemento fortemente distintivo; molti nostri clienti hanno la propria sede principale in un paese e filiali distribuite”.

Per tornare a Lantech Longwave: con la firma della partnership entra nel programma NGAGE. Di cosa si tratta?

Ngage è il nostro programma di partnership con il canale che si contraddistingue per la sua semplicità. Offriamo infatti programmi formativi commerciali e tecnici brevi e gratuiti. Altro punto forte è che tutto viene fatto online e che non sono previsti acquisti di prodotti demo, così come non sono previsti investimenti per diventare partner

NFON sta investendo tempo e molte risorse economiche per generare opportunità e interesse nel mercato al fine non solo di imporsi come solida realtà ma di poter contribuire alla rapida crescita dei propri partner.

Una delle novità più importanti per il 2020 è l’estensione del nostro canale commerciale verso la distribuzione, introducendo un modello davvero innovativo nel nostro mercato”.

Oltre a questo, quali gli altri obiettivi per il 2020?

“Nel 2019 oltre a rendere operativo tecnicamente il nostro servizio, abbiamo contrattualizzato una 30ina di partner commerciali e, attraverso di loro, concluso molti contratti con utenti finali. Nel 2020 vogliamo esprimere il nostro massimo potenziale e quello dei nostri partner, a cui vogliamo offrire la massima attenzione del nostro team che attualmente conta tredici collaboratori e che è destinato a crescere ulteriormente nel corso dei prossimi mesi”.