L’economia circolare nei rifiuti elettronici: il miglioramento del recupero della plastica nei RAEE

Venerdì 31 gennaio appuntamento a Milano con il convegno organizzato dal Consorzio Ecolight, dall’Università di Brescia e da Stena Recycling, dove saranno presentati i risultati del progetto che ha studiato nuove modalità di trattamento delle plastiche contenute nei piccoli elettrodomestici

Saranno presentati venerdì 31 gennaio a Milano i risultati del progetto “Separazione e selezione delle plastiche contenute nei RAEE di cui al raggruppamento 4 (piccoli elettrodomestici): innovazioni di processo e miglioramento delle percentuali di riciclo e recupero”.

Promosso da Ecolight, consorzio nazionale per la gestione dei RAEE, dal Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell’Università di Brescia e da Stena Recycling, impianto di trattamento dei rifiuti elettronici e realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, della Tutela del territorio e mare – Direzione generale per i rifiuti e l’inquinamento, il progetto ha voluto studiare nuove modalità di trattamento per migliorare il recupero delle plastiche contenute nei rifiuti elettronici di piccole dimensioni.

Di fatto, phon, frullatori e persino i telefonini sono composti per il 30% del loro peso da materie plastiche che hanno due caratteristiche essenziali: l’estrema varietà dei polimeri utilizzati e la presenza di plastiche con ritardanti di fiamma bromurati. Due elementi che rendono complesso il recupero e, di conseguenza, fanno diventare più articolata la “chiusura del cerchio”.

Nell’ottica di concretizzare i principi dell’economia circolare, Ecolight, Università di Brescia e Stena Recycling hanno analizzato le modalità di trattamento con l’intento non solamente di aumentare i quantitativi di plastica da inviare a recupero di materia, ma anche di migliorare la qualità delle plastiche ottenute dal processo di riciclo.

Il convegno “L’economia circolare nei rifiuti elettronici: il miglioramento del recupero della plastica nei RAEE” si svolge all’Hotel Melià Milano in via Masaccio 19. L’inizio è previsto alle 9.30; la chiusura dei lavori entro la mattinata. La partecipazione è libera.