Future Time mette a disposizione del canale la sicurezza di Avast

Con il nuovo accordo di distribuzione firmato con Avast, Future Time arricchisce la sua offerta per la cybersecurity con una proposta all’avanguardia e che copre a 360° le nuove esigenze delle aziende. Importante anche il ruolo dei rivenditori

Future Time, distributore romano di soluzioni di sicurezza informatica, arricchisce la sua offerta di security inserendo a portafoglio l’offerta consumer e business di Avast, fornitore di tecnologie di cybersecurity di nuova generazione per contrastare in real time le minacce che provengono dalla rete e garantire una solida protezione a 360°. Abbiamo parlato con Luca Sambucci, Chief Operations Officer di Future Time per capire i dettagli della nuova partnership strategica, indagando anche quale sarà il ruolo dello storico canale di Future Time, chiamato ad evolvere in linea con le nuove esigenze del mercato.

“Future Time è un’azienda operante nella distribuzione di soluzioni per la sicurezza informatica che nasce a Roma nel 2001 dalla sinergia di due preesistenti realtà attive in questo campo – esordisce Sambucci -. Grazie alla profonda conoscenza di un mercato in continua evoluzione e alla competenza tecnica dei propri esperti, Future Time nel corso degli anni ha collaborato con successo con aziende leader del settore, rispondendo alle esigenze di protezione sia dell’utenza consumer sia business”.

Tra le vostre partnership storiche possiamo ricordare quella con Kaspersky e quella con ESET…

“Esatto. I fondatori di Future Time hanno portato in Italia le soluzioni Kaspersky (allora noto come AVP) aprendo il mercato italiano all’azienda russa e successivamente hanno attivato la distribuzione dei prodotti della slovacca ESET, fino a quel momento sconosciuta in Italia, portandola a essere uno dei marchi più noti nel nostro Paese.

Oggi Future Time è distributore esclusivo di Avast per il mercato italiano”.

Perché la vostra scelta è ricaduta su Avast?

“Avast è un marchio che Future Time osservava già da diverso tempo. Un anno fa ha vinto il prestigioso “Prodotto dell’anno” del laboratorio di test AV-Comparatives, ponendolo ai vertici della categoria e anche dai test che Future Time ha eseguito, i prodotti Avast hanno ottenuto prestazioni e risultati eccellenti sia nell’individuazione del malware sia nella leggerezza sui sistemi, due caratteristiche chiave tanto per l’utenza finale – sia B2B che B2C – che per la rete dei rivenditori.

Uno dei punti di forza di Avast è il quasi mezzo miliardo di utilizzatori in tutto il mondo, grazie ai quali l’azienda di Praga dispone di un vantaggio straordinario, ovvero di un eccezionale motore di machine learning basato sul cloud che consente un apprendimento senza precedenti. I ricercatori di Avast sono fra i primi a esaminare e analizzare le nuove potenziali minacce e a distribuire rapidamente nuove funzionalità di sicurezza per proteggere gli utenti.

Secondo Future Time Avast ha quindi tutte le carte in regola per crescere in Italia, vantando soluzioni con prestazioni che surclassano molti altri prodotti di sicurezza dai nomi blasonati”.

Cos’ha in più la cybersecurity firmata Avast rispetto alle soluzioni dei competitor?

“Secondo Future Time le soluzioni di sicurezza Avast sono le uniche sul mercato ad offrire in un solo pacchetto un insieme di funzionalità avanzate che permettono una protezione globale: dalla difesa dal ransomware alla protezione dal phishing di tipo avanzato, dal blocco delle intrusioni via webcam alla sandbox per eseguire in modalità sicura i programmi di incerta provenienza, dal sistema che controlla l’aggiornamento dei programmi sul PC alla VPN a protezione della privacy dell’utente e infine all’eliminazione sicura dei file per evitare che possano essere recuperati da altri”.

L’accordo è relativo a tutte le soluzioni Avast?

“L’accordo è relativo a tutte le soluzioni Avast”.

Approfondiamo l’offerta B2B di Avast. In cosa si distingue?

“La tecnologia è ormai una componente chiave per qualsiasi attività di business ed è necessario che sia sicura ed affidabile, così da poterla utilizzare al meglio senza sottrarre tempo prezioso alle persone che lavorano. Secondo Future Time il software per la sicurezza in ambiente business deve essere facile, semplice da usare e leggero ed è per questo che ha scelto di puntare sulla linea Avast Business, che risponde a tutti questi requisiti.

Il portafoglio di sicurezza di Avast Business rende facile e conveniente proteggere, gestire e monitorare le reti e gli endpoint di livello enterprise per le PMI e i fornitori di servizi IT, con il risultato di una protezione superiore su cui le aziende possono fare affidamento”.

Come funziona in concreto la soluzione Avast Business?

“Il sistema di difesa di Avast Business – anch’esso supportato da una delle più grandi reti di rilevamento delle minacce al mondo – si basa su quattro scudi che riguardano la protezione del Web, dei file, delle email e del comportamento dell’utente: questi componenti collaborano per analizzare proattivamente le informazioni sospette che vanno e vengono dai dispositivi bloccando file dannosi, siti Web pericolosi, comportamenti insoliti, connessioni non autorizzate e altre minacce.

A questi quattro componenti si aggiunge la CyberCapture, una funzione che aumenta in maniera significativa il livello di sicurezza quando si tratta di protezione dagli attacchi zero-day. Si tratta di una difesa fondamentale contro le nuove varianti di malware, sconosciute o non comuni e funziona isolando o “catturando” qualsiasi file che non è mai stato visto prima per un’analisi più approfondita in un ambiente cloud sicuro”.

Future Time vanta già una rete di rivenditori storica. Come intendente potenziarla nell’ottica di questa partnership?

“La storica rete di rivenditori estesa a tutto il territorio nazionale è il punto di forza di Future Time, che si è sempre contraddistinta per un’estrema attenzione alle esigenze dei suoi partner.

La protezione del deal, l’assoluta non interferenza nel rapporto fra rivenditore e cliente, la priorità alle richieste del canale sono principi chiave in cui l’azienda romana crede fortemente e che da ormai vent’anni mette in pratica.

Avast è sulla stessa lunghezza d’onda quando si tratta di proteggere il business dei rivenditori e far prosperare il canale e, come detto sopra, ha tutte le carte in regola per crescere in maniera esponenziale in Italia”.

Avete previsto dei percorsi di sostegno specifico per i vostri rivenditori per supportarli nella proposta dell’offerta Avast?

“Future Time è da sempre molto attenta alla consulenza e alla formazione dei propri partner, perché è importante che essi abbiano le conoscenze e gli strumenti necessari per potersi accreditare come consulenti di fiducia dei propri clienti.

Sono numerose le iniziative che Future Time mette in campo per i rivenditori come il supporto in tempo reale per qualsiasi quesito amministrativo o tecnico e la formazione continua attraverso corsi gratuiti, in cui gli esperti di Future Time approfondiscono i principali trend tecnologici del momento. In futuro verranno attivati anche webinar gratuiti per facilitare l’accesso di tutti i rivenditori di Future Time alla formazione continua.”

Per concludere un focus sul mercato. Dal vostro osservatorio privilegiato: come sta evolvendo il mercato della cybersecurity in Italia e come cambia di conseguenza anche il ruolo del canale?

“Il mercato della cybersecurity è in continua evoluzione e risponde oggi a esigenze sempre più larghe del vivere quotidiano: basti pensare alla tutela della privacy e alla protezione dei minori, insieme all’Internet of Things e alla protezione dai ransomware.

C’è poi l’aspetto legato ai nuovi dispositivi, come quelli mobili, per i quali si fa ancora fatica a pensare che ci sia la necessità di una protezione di sicurezza. Lo stesso discorso vale per il mondo business, in cui sono state introdotte ad esempio le soluzioni per la data loss prevention. Per non parlare di tutte le questioni relative alla sicurezza legate allo smart working, che molti utenti sono chiamati ad utilizzare in questo delicato momento storico.

La sicurezza informatica è dunque diventata un concetto a 360° e le aziende del settore propongono oggi soluzioni che garantiscono una protezione totale, che tiene conto di queste nuove esigenze di sicurezza. Il passo in avanti che deve compiere il rivenditore è quello di fare proprio questo approccio globale alla sicurezza, cogliendo l’importante opportunità di business di presentarsi come consulente di fiducia del cliente, sia privato che business, e di indirizzare la scelta verso la soluzione di sicurezza più calzante e completa per ogni singola necessità”.