Iniziare ad investire in Borsa: quali sono i primi elementi da tenere in considerazione?

ecco alcuni consigli su come iniziare ad investire in Borsa

Quando si parla di investimenti, specie negli ultimi anni, moltissimi risparmiatori si sentono “spiazzati”. D’altro canto, la maggior parte di essi erano abituati, sino a qualche decennio fa, ad investire nel mondo dei titoli di stato, che erano in grado di offrire un ottimo rendimento con la garanzia del capitale a scadenza.

Uno scenario, ormai, che fa parte del passato. E che difficilmente, salvo una robusta ripresa economica ed un’inflazione di un certo peso, tornerà a palesarsi nei prossimi anni. Questa particolare congiuntura, di conseguenza, ha spinto molti utenti finanziari a modificare significativamente i propri asset di investimento, volgendo il proprio sguardo ad alcuni fino a quel momento inesplorati.

Entrare nel mondo azionario: quali sono i canali?

Fra questi, collocare i propri risparmi in borsa è diventata, col passare del tempo, un’abitudine per moltissimi investitori. Questa opzione consente agli utenti di poter beneficiare di svariati asset finanziari, che sono presenti in ogni piazza borsistica. Tuttavia, la modalità di accesso preferita è quella relativa al mondo azionario.

Come investire in Borsa, poi, è un quesito che si pone buona parte dei risparmiatori, specie coloro che, per la prima volta, approcciano in quest’ambito. Il primo passo fondamentale, in tal senso, è rappresentato dalla scelta del canale d’accesso. Il più tradizionale attiene al mondo bancario, dove gli intermediari finanziari consentono all’utente di allocare i propri risparmi nel mondo azionario.

Questa opzione, tuttavia, è diventata secondaria negli ultimi dieci anni. A farla da padrona, infatti, è il trading online, che consente all’utente, direttamente dal proprio smartphone, pc o tablet, di allocare i propri risparmi nel mercato azionario. In questo caso, è buona norma affidarsi ad un broker serio e qualificato, che consente al risparmiatore di poter investire in tutta sicurezza nei mercati autorizzati.

Un aspetto, quest’ultimo, di rilevante importanza, per mettersi al riparo da spiacevoli frodi. Anche il mondo finanziario, così come qualsiasi altro ambito del mondo industriale ed economico, viene approcciato da malfattori o intermediari poco qualificati. In tal senso, va sottolineato come i portali finanziari professionali dispongono della certificazione ESMA, che equivale ad un marchio di affidabilità a livello europeo.

Questi operatori, infatti, operano rispettando le regole imposte dalla Comunità Economica Europea, fornendo al cliente un servizio serio, certificato e di assoluta affidabilità. Una volta scelta la modalità d’approccio, va prestata grande attenzione ad alcuni aspetti che, da sempre, animano il mondo azionario. Un aspetto, ai più noto, riguarda il rischio.

Diversificare, un suggerimento alquanto utile nel mondo azionario

Le azioni, infatti, rappresentano “capitale di rischio”: quando si acquisiscono si diventa soci di quella determinata azienda o società, partecipando al cosiddetto “rischio d’impresa”. Tradotto in termini concreti, in caso di default, ossia fallimento, non si è tenuti, di fatto, ad alcuna forma di risarcimento.

Questo asset, quindi, non può essere catalogato come un gioco: per farlo serve disporre di conoscenze perlomeno sufficienti. Le informazioni, a differenza di un tempo, sono facilmente reperibili proprio nei summenzionati portali finanziari, che offrono, di norma, una vasta ed ampia scelta di guide all’investimento, in cui quelle azionarie, spesso, la fanno da padrone.

L’equity, di conseguenza, non dev’essere visto, nel modo più assoluto, come l’unico asset al quale volgere il proprio sguardo, ma un utile elemento di diversificazione all’interno di un portafoglio variegato e strutturato. Il concetto di diversificazione, poi, deve essere traslato anche nella scelta dei titoli azionari da acquistare o detenere.

Concentrarsi troppo in unico comparto industriale, piuttosto che in una sola area geografica, potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio: in caso di trend positivo, infatti, i guadagni sarebbero significativi, ma se l’andamento fosse negativo le perdite potrebbero ampliarsi. Approcciarsi a questo mondo con oculatezza, quindi, è il primo indispensabile. E con un po’ di pratica, aumentando la propria consapevolezza, i guadagni non tarderanno ad arrivare.