La società EOLO fondata da Luca Spada conta su 470mila linee in abbonamento e punta ad azzerare il digital divide del Paese entro il 2021

Stormshield_crescita

Nell’ultimo esercizio chiuso il 31 marzo 2020, EOLO ha realizzato ricavi pari a 157 milioni di euro, in crescita del 24% rispetto al precedente esercizio, suddivisi tra mercato Consumer (107 milioni) e mercato Business (50 milioni).

Il principale operatore in Italia nel fixed wireless ultra broadband per i segmenti business e residenziale, ha anche annunciato che il valore dell’EBITDA pro forma pari a 74,2 milioni (47,3% l’EBITDA Margin) è in forte crescita rispetto agli anni precedenti e consolida ulteriormente il trend già in atto negli ultimi anni.

Nel corso dell’esercizio, l’azienda ha realizzato investimenti per 98 milioni di euro, supportati anche da un accordo di finanziamento firmato nel dicembre scorso per un ammontare complessivo di oltre 155 milioni di euro, fornito da un pool di sei istituti di credito internazionali e domestici di primario standing.

Accelerare il piano di espansione della rete FWA

Un ulteriore piano di investimenti da 150 milioni di euro è stato annunciato lo scorso 12 maggio con l’obiettivo di azzerare il Digital Divide nelle ultime aree in Italia ancora non coperte da connessione ultraveloce, estendendo la rete a banda ultra larga FWA ad altri 1.500 comuni in Italia entro la fine del 2021.

La rete FWA di EOLO oggi fornisce connettività ultraveloce a 1,2 milioni di persone che risiedono negli oltre 6.000 comuni già coperti, raggiungendo il 78% delle unità abitative che ricadono in quelle aree del Paese ancora identificate come “bianche”.

Nel corso dell’anno l’azienda ha inoltre continuato lo sviluppo di servizi destinati al mondo del Business aziendale, target fondamentale per EOLO e al centro della business unit dedicata, arrivando a connettere circa 70mila unità tra imprese ed enti della pubblica amministrazione.

Infine, l’azienda continua lo sviluppo del progetto “EOLO Missione Comune”, iniziativa di restituzione verso i territori sui quali EOLO opera e che prevede la donazione di 1 milione di euro all’anno per tre anni a 300 piccoli comuni con meno di 5.000 abitanti in Italia.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Luca Spada, Presidente e fondatore di EOLO: «Continuiamo il nostro percorso di crescita, investendo su una presenza sul territorio nazionale sempre maggiore, a supporto delle comunità e delle imprese nei territori che ancora subiscono l’impatto del Digital Divide. Sono 15 anni che siamo al loro fianco portando internet ultraveloce, rispondendo alle necessità di privati e aziende con esigenza di banda pari a quella delle grandi città. I risultati positivi che abbiamo registrato e le necessità legate alla Rete emerse durante la pandemia Covid-19 confermano che la mission dell’azienda è sempre più attuale. Abbiamo quindi deciso di re-investire gli utili di questo esercizio per accelerare ulteriormente il piano di espansione della rete FWA nelle ultime aree bianche del Paese. Noi continueremo a crescere in questa direzione e siamo pronti a collaborare con istituzioni e stakeholder per accelerare la digitalizzazione del nostro Paese. Mettiamo a disposizione le nostre competenze maturate in 15 anni sul campo e il nostro FWA nelle aree bianche, pronti a collaborare con tutti gli operatori per evitare inutili duplicazioni infrastrutturali».