Western Digital introduce un nuovo standard nella protezione dei dati con la rivoluzionaria piattaforma di sicurezza ArmorLock

In linea con l’impegno nel creare nuove soluzioni per risolvere le sfide generate dalla crescente mole di dati attraverso un’infrastruttura con livelli di sicurezza di prossima generazione, Western Digital ha annunciato ArmorLock, una nuova piattaforma con crittografia dei dati creata per rispondere alle esigenze di sicurezza di sistemi di storage data-centric e content-critical di diverse realtà e settori come il finance, la pubblica amministrazione, l’healthcare, l’IT aziendale, il legal e l’industria del media & entertainment.

Dal momento che le preoccupazioni relative alla sicurezza dei dati continuano a crescere visibilmente, Western Digital prevede di integrare la piattaforma a una gamma di soluzioni di archiviazione.

Il primo prodotto a trarre vantaggio da questa avanzata tecnologia

La nuova unità G-Technology ArmorLock NVMe SSD con tecnologia di crittografia è stata progettata per offrire una soluzione per l’archiviazione che fosse facile da usare e al contempo garantisse elevati livelli di performance e di sicurezza a tutti i creatori di contenuto nel settore del media & entertainment.

Di fronte alla minaccia di manipolazione di file multimediali e di dettagli trapelati sui film, gli studi di produzione, le agenzie e soprattutto gli investitori hanno dichiarato l’esigenza di avere un modo migliore per proteggere i contenuti critici.

Sebbene gran parte dell’attenzione del settore si stia focalizzando sui servizi di cloud security, i dati rimangono un aspetto vulnerabile nei dispositivi di archiviazione portatili che contengono contenuti commerciali critici.

A differenza delle tecnologie di crittografia basate su password che interrompono i flussi di lavoro e impediscono alle risorse digitali di essere rapidamente disponibili, la piattaforma ArmorLock fornisce livelli di sicurezza senza pari che consentono al proprietario del contenuto di mantenere il controllo sull’accesso ai dati e chi lo esegue.

L’unità con tecnologia di crittografia ArmorLock NVMe SSD risponde a questa esigenza con semplicità, affidabilità e velocità proteggendo i contenuti mission-critical.

Come sottolineato in una nota ufficiale da Jim Welsh, senior vice president e general manager delle soluzioni Consumer di Western Digital: «Per i nostri clienti, i dati e le risorse digitali rappresentano un vantaggio competitivo essenziale e la crittografia è diventata obbligatoria per proteggere queste risorse in molti settori. Abbiamo prodotto la piattaforma di sicurezza ArmorLock convinti che il mondo abbia bisogno di tecnologie nuove e alternative per migliorare la privacy dei dati, senza ostacolarne la disponibilità, e al contempo contribuire alla protezione dalle violazioni dei dati. Combinando questa nuova piattaforma con le nostre unità SSD con tecnologia NVMe, stiamo offrendo una soluzione per risolvere i veri punti deboli che i nostri clienti affrontano quando provano a proteggere i loro flussi di lavoro creativi permettendo al contempo di acquisire, conservare e accedere ai propri dati su larga scala e rapidamente».

Livelli di sicurezza di prossima generazione

La piattaforma di sicurezza ArmorLock è la prova dell’impegno di Western Digital nel fornire soluzioni per l’archiviazione dei dati che offrano livelli di sicurezza elevati e all’avanguardia, ma al contempo semplici da utilizzare.

Un set completo di tecnologie copre l’intero ciclo di vita di ArmorLock, dalla produzione al setup immediato, dagli aggiornamenti sul campo alla configurazione e gestione delle chiavi di crittografia che si collegano direttamente ai moduli di sicurezza hardware fino alla protezione biometrica disponibile su alcuni dei più recenti smartphone e piattaforme desktop.

Progettato per migliorare il modo in cui le persone gestiscono i dati critici, la piattaforma ArmorLock elimina la scelta tra accesso rapido ai dati o privacy offrendo entrambi gli aspetti allo stesso tempo.

Capitalizzando i contributi all’open source resi con gli standard RISC-V e Open Titan, Western Digital annuncia il rilascio dello standard open source Sweet B, una libreria di crittografia ad alte performance che sta alla base della piattaforma di sicurezza ArmorLock.

Sweet B è stato progettato per fornire un nuovo livello di sicurezza e garanzia nella crittografia open source basata su curva ellittica e il suo repositoryGitHubinclude documentazione, una suite di test completa e un audit di una terza parte indipendente condotto dalla società di ricerca in ambito security Trail of Bits.

Sicurezza elevata con velocità a livelli professionali e tecnologia NVMe

L’unità con tecnologia di crittografia ArmorLock NVMe SSD – fornendo velocità di lettura e scrittura fino a 1000MB/s attraverso una porta USB SuperSpeed a 10Gbps – stabilisce un nuovo standard per i prodotti di crittografia ad alta velocità combinando la facilità di utilizzo e sicurezza di prossima generazione ai protocolli a “conoscenza zero”.

Con l’app ArmorLock, gli utenti possono sbloccare il dispositivo in modalità wireless con il loro telefono, usando il riconoscimento facciale, l’impronta digitale o il codice di accesso del telefono evitando che l’eventuale perdita di password possa impedire la disponibilità dei contenuti.

L’unità SSD fornisce un sistema di crittografia che non va a interferire con il flusso di lavoro e favorisce la collaborazione senza impostare codici PIN di accesso nell’unità.

Le app ArmorLock per mobile e desktop forniscono anche ai gestori dei sistemi la possibilità di configurare e gestire diverse unità e molteplici utenti controllando chi ha accesso.

Particolarmente importante nel caso di flussi di lavoro collaborativi che richiedono il trasferimento sicuro dei contenuti tra diverse posizioni fisiche, i livelli di sicurezza di prossima generazione forniti dai dispositivi ArmorLock abilitano i team ad autorizzare gli utenti da remoto prima di condividere le unità utilizzando servizi popolari di messaging ed email.