L’ampliamento da parte di Juniper del portfolio di access point permette a sempre più aziende di sfruttare Mist AI e il cloud per migliorare l’esperienza utente e massimizzare i risparmi

Juniper Networks

Juniper Networks, specialista nelle reti sicure basate su AI, annuncia quattro nuovi access point wireless che permettono di rendere disponibili in nuove applicazioni i benefici di Wi-Fi 6 e dell’intelligenza artificiale. I nuovi modelli, basati su Mist AI e gestiti attraverso i servizi cloud Juniper, offrono tutti i benefici di Juniper AI-Driven Enterprise anche alle piccole imprese, luoghi con condizioni atmosferiche estreme per uso outdoor o con ridotte disponibilità di spazio, nonché alle aziende che devono gestire l’enorme aumento di lavoratori da remoto. Negozi, scuole, abitazioni, ospedali e aziende di ogni dimensione con i requisiti più disparati possono ora approfittare delle prestazioni, dell’automazione, degli insight e delle azioni delle soluzioni wireless Juniper Mist.

A completamento della già estesa famiglia di access point basati su Mist AI, Juniper introduce i seguenti modelli 802.11ax (Wi-Fi 6):

AP63: AP Wi-Fi 6 outdoor ad altissime prestazioni, con antenna vBLE per offrire servizi Wi-Fi e location all’aperto e in condizioni estreme.
AP33: access point Wi-Fi 6 ad alte prestazioni con antenna vBLE integrata per supportare servizi Wi-Fi e location a fronte di richieste di densità Wi-Fi moderate ma che richiedono accurati servizi di location. Ideale per piccole aziende, punti vendita, scuole e studi medici.
AP32: AP Wi-Fi 6 ad alte prestazioni con antenna BLE omni integrata per supportare Wi-Fi e servizi base di asset visibility in ambienti cost sensitive. Ideale per lavoratori remoti, piccoli uffici e scuole che non richiedono servizi di location avanzati.
AP12: AP Wi-Fi 6 compatto da parete con installazione semplice e flessibile che consente la connessione di molteplici dispositivi. Ideale per home office, lavoratori remoti, scuole e alberghi.

I nuovi AP seguono le orme del popolare AP43, l’access point Wi-Fi 6 di punta della linea Mist. Il portfolio di access point Juniper – i primi AP Wi-Fi 6 gestiti via cloud con automazione e insight integrate basate sull’intelligenza artificiale, semplifica la gestione Wi-Fi 6 e offre funzioni “AI for AX” uniche, quali il bilanciamento intelligente del carico fra radio e bande, livelli di servizio che monitorano e applicano accessi multipli a divisione di frequenza ortogonale (OFDMA, orthogonal frequency-division multiple access), assegnazione dei subcarrier, assegnazione coloring BSS (Basic Service Set) per ambienti Wi-Fi ad alta densità, prevenzione degli sticky client mediante algoritmi basati sull’intelligenza artificiale e funzioni RRM (radio resource management) avanzate.

Gli access point Juniper sono implementati con i servizi cloud Juniper Mist Wi-Fi Assurance, che permettono AIOps semplici e scalabili, con configurazione WLAN automatizzata, aspettative di livello di servizio (SLE), isolamento dei guasti, rilevamento delle anomalie e cattura dinamica dei pacchetti (dPCAP). Marvis Virtual Network Assistant (VNA) è un servizio cloud opzionale che offre analisi interattive sul comportamento dell’utente e della rete, azioni prescrittive e gestione basata sull’AI. Tutti i prodotti Juniper Mist godono di supporto basato sull’AI comprendente notifiche proattive, workflow automatizzati, e livelli TAC “appiattiti” per rendere più veloce la risoluzione dei problemi.

“I nuovi AP Wi-Fi 6 permettono ad ancora più clienti di realizzare i benefici dell’impresa AI-driven. Ora è molto più semplice rendere disponibile l’automazione e gli insight in ambienti tradizionalmente attenti ai costi come le piccole imprese, le scuole, i punti vendita e gli ambienti outdoor”, ha dichiarato Sudheer Matta, VP of Products di Juniper. “Abbiamo inoltre migliorato la nostra soluzione Enterprise @ Home basata sull’AI con potenti funzioni wireless a un prezzo competitivo e strettamente integrate con WAN Assurance, Marvis Virtual Network Assistant e un’offerta di sicurezza per garantire la migliore esperienza utente possibile”.