Schneider Electric ha reso disponibile il nuovo contatto wireless senza batteria Harmony ZBRT. Questo trasmettitore autoalimentato è completamente modulare e compatibile con le unità di comando Harmony XB4 e XB5; aiuterà le aziende industriali a migliorare in molti modi la loro profittabilità.

Harmony ZBRT: lavoro più intelligente, meno costi operativi

  • Controllo da remoto: aprire una porta automatica, accendere una luce, avviare un processo di packaging inviando un comando dal carrello elevatore sono alcuni esempi di come, evitando spostamenti non necessari, gli operatori possono risparmiare molto tempo.
  • Regolazione da vicino: nella gran parte dei casi, per regolare un parametro (posizione, livello etc) specie nell’intervallo tra due batch di produzione, servono due operatori: uno che stia al pannello di controllo, l’altro vicino all’attuatore sulla macchina. Se si usa un controllo da remoto con un selettore basta un operatore, che può controllare il parametro e allo stesso tempo guardare da vicino la macchina.

Aggiornare rapidamente le apparecchiature in maniera flessibile

Oggi come non mai è essenziale saper adattare rapidamente anche gli asset fisici a cambiamenti che si rendano necessari.

Aggiungere una nuova funzione: anche aggiungere un semplice pulsante su una macchina esistente può rivelarsi costoso e richiedere tempo, tra cablaggio, montaggio, programmazione etc. Usando un pulsante wireless senza batteria o selettore si ha la soluzione più conveniente.

Duplicare una funzione per controllare con lo stesso pulsante un’altra apparecchiatura è un altro caso tipico. Pensiamo ad esempio a una fabbrica in cui, per un cambiamento negli standard previsti, si debba aggiungere un sistema estrattore d’aria a 20 macchine. Un contatto wireless posto al di sopra del contatto elettrico esistente – ad esempio sul pulsante start – potrà anche servire per attivare l’estrattore tutte le volte in cui l’operatore preme il pulsante per accendere la macchina, senza dover pensare a cambiare cablaggi o aggiungerne altri.

Digitalizzazione: raccogliere in modo semplice i dati che già esistono

Raccogliere dati, anche basici, ad esempio la durata di funzionamento – può semplificare il calcolo di KPI importanti come l’OEE o Time Before Maintenance), aiutando a prendere decisioni rapide e sensate. Aggiornare le macchine esistenti per abilitare la raccolta dati può essere molto complicato e costoso; usando un contatto wireless senza batteria, compatibile con i contatti elettrici standard, si ha la soluzione più semplice per farlo senza dover fare cablaggi né modificare il programma del PLC.

Ogni volta che l’operatore premerà le unità di comando (start, stop, reset, selettore modalità manuale etc.) trasmetterà il dato, accompagnato da tutte le informazioni ad un accentratore wireless. Altri sensori wireless possono servire a raccogliere altri dati, quali temperatura, posizione, corrente ecc; analizzando questi dati, si può avere una “immagine” di ciò che avviene sulla macchina, da remoto.