snom, la diversificazione appaga

462

A pochi mesi dall’insediamento di Fabio Albanini quale managing director sono numerose le modifiche apportate alla strategia commerciale del produttore di soluzioni VoIP, che guarda con soddisfazione al primo trimestre 2012.

Con Fabio Albanini alla guida, la snom technology ha diversificato la propria strategia commerciale al fine di garantire un approccio più articolato al mercato nazionale, caratterizzato dalle esigenze più diverse. In particolare snom ha adottato una strategia multilivello basata sulle proprie fasce di prodotto, che si riflette sia sui processi di certificazione dei partner sia sull’organico dell’azienda.

Con i telefoni IP snom ha accesso a una fascia di mercato desiderosa di liberarsi dai vincoli di sistemi VoIP proprietari attraverso l’impiego di piattaforme basate sullo standard Sip aperto, tra cui numerosi uffici della Pubblica Amministrazione e diverse aziende il cui obiettivo è abbattere i costi operativi della propria infrastruttura di telecomunicazioni. Con snom One, il centralino IP-Pbx sviluppato per offrire il massimo supporto delle funzionalità di cui l’azienda ha dotato negli anni i propri telefoni, snom si è garantita accesso a quella fascia di mercato che chiede soluzioni complete VoIP/Sip di un solo produttore. In questa fascia figurano sia aziende di qualsiasi dimensione, sia noti operatori di telecomunicazioni che hanno adottato l’intera soluzione per la propria clientela (Piccole e medie imprese).

Il centralino snom One gode di un forte interesse: sono circa 200 le aziende che testano ogni mese la versione gratuita del sistema di telefonia snom per infrastrutture con fino a 10 interni. Con la certificazione Microsoft Lync, snom infine è l’unico vendor al mondo a offrire telefoni in grado di operare contemporaneamente sia in ambiente Lync sia in ambiente Sip, una particolarità che negli scorsi mesi ha garantito all’azienda accesso a progetti presso aziende di grandi dimensioni.

«La scelta di consolidare la nostra presenza in queste tre fasce di mercato attraverso strumenti e attività ad hoc, si è rivelata corretta – ha confermato Albanini, che guarda a un primo trimestre 2012 particolarmente soddisfacente -. Le attività volte a sviluppare un approccio di mercato diversificato, trovano un denominatore comune nel processo di certificazione dei partner snom, che, ampliato lo scorso anno con la certificazione di base (snom Certified Technician), ora contempla anche certificazioni snom One e corsi di formazione sull’interoperabilità con Microsoft Lync».

Albanini ha presentato il nuovo Technical Support & Training manager di snom in Italia: Pietro Bertera. Specialista di reti VoIP complesse e distribuite sia proprietarie sia Sip e sistemista Microsoft, Linux, Oracle, Bertera si occupa della gestione di tutti gli aspetti tecnici legati all’assistenza post-vendita e dell’erogazione dei corsi snom. Sono oggi oltre 170 i partner snom certificati sul territorio nazionale.

Silvia Viganò