Aldo del Bò: il nuovo managing director di Kaspersky Lab Italia

265

Sarà alla guida di una realtà giovane e ambiziosa che ha costruito con Alexander Moiseev che ora ha il ruolo di deputy general director Europe di Kaspersky Lab.

Aldo del Bò ha collaborato con Alexander Moiseev alla costituzione della rappresentanza italiana dei laboratori russi Kaspersky, ricoprendo da subito il ruolo di direttore commerciale del segmento consumer, che è poi diventato nel tempo direzione commerciale estesa al business online e corporate e ancora direzione commerciale e marketing in toto.

Con esperienze passate in diverse realtà nazionali e internazionali, Aldo del Bò da oggi guida una struttura giovane e ambiziosa che vuole rappresentare sempre migliori successi nel campo della sicurezza informatica.

Alexander Moiseev lascia l’Italia per ricoprire il ruolo di deputy general director Europe di Kaspersky Lab, con responsabilità del business di Italia, Germania, Francia, Spagna, Paesi del Nord Europa, Irlanda e UK. La sua attività è estesa alla gestione del rapporto con la Ferrari in Formula 1 e Challenge europeo, con la quale Kaspersky ha ormai un rapporto più che consolidato di sponsor e supporter tecnologico.

«Dall’ingresso di Kaspersky Lab sul mercato italiano nel 2008, l’azienda è cresciuta e si è affermata con sempre maggiore successo sia nel segmento consumer sia in quello corporate – ha dichiarato Aldo del Bò -. L’azienda ha rafforzato la propria brand awareness e le proprie quote di mercato attraverso una politica di canale vincente e una strategia di marketing efficace. Sono entusiasta del nuovo ruolo che vado a ricoprire e che sempre di più rappresenta al meglio ciò che avevamo immaginato fin dal principio con Alexander Moiseev, e cioè un gruppo dinamico di professionisti che a tutti i livelli potesse mantenere vivo lo spirito di start-up che non abbiamo mai dimenticato e che sono la base del mio sodalizio con il nuovo capo dell’Europa. Obiettivi di business che nel 2013 ci vedono ancora e fortemente orientati a un risultato che deve positivamente sorprendere il Ceo Eugene Kaspersky e la nostra sede generale di Mosca, in tutti i segmenti».

 

Silvia Viganò