Esprinet è più efficiente grazie a Emc

395

Grazie a Vnx, il distributore ha razionalizzato la propria infrastruttura IT e ha aumentato l’efficienza operativa

Forte di un modello di vendita basato su Internet, unico nel settore, Esprinet negli ultimi anni è cresciuta costantemente, ampliando il suo portafoglio clienti e focalizzandosi in particolare nella distribuzione di tecnologia a rivenditori che servono la Piccola e media impresa. Parallelamente al business, anche la struttura IT si è ampliata per arrivare a comprendere soluzioni e applicazioni di diversi fornitori, diventando dunque più complessa.
Per questo motivo, la direzione IT ha deciso di razionalizzare i sistemi esistenti, puntando su un unico player in grado di gestire la complessità dell’infrastruttura, garantire il corretto supporto all’evoluzione del business, nel rispetto degli standard qualitativi.
La scelta è andata su Emc che ha proposto a Esprinet Vnx, una soluzione di unified storage in grado di consolidare il database e le applicazioni server.

Immediati i benefici registrati da Esprinet subito dopo l’implementazione di Vnx sono stati immediati: per esempio è aumentata del 65 per cento l’elaborazione degli ordini di I/O (throughput di applicazioni critiche) grazie alla realizzazione di una prima strategia Flash su Vnx che oggi consente a Esprinet di gestire l’80 per cento delle richieste di I/O, utilizzando le unità Flash, che rappresentano solo l’1 per cento della capacità totale dell’unità.

In termini di efficienza, i benefici per gli amministratori IT sono stati molteplici: grazie a un’infrastruttura IT virtualizzata al 70 per cento, la stretta integrazione tra Vnx e VMware ha comportato una maggiore semplicità nel monitorare lo spazio di archiviazione utilizzato da macchine virtuali. Inoltre, il miglioramento delle prestazioni ha permesso di distribuire i report di business all’interno dell’azienda con un’ora di anticipo ogni giorno, facendo guadagnare dunque cinque ore settimanali da poter dedicare ad altri progetti a valore aggiunto.
Migliorato anche l’impatto energetico e l’utilizzo di spazio: il consolidamento del sistema Vnx ha portato a una riduzione di ingombro fisico del 75 per cento e un miglioramento dell’efficienza energetica del data center del 39 per cento. Inoltre, Vnx è in grado di supportare la crescita del business negli anni a venire.

Silvia Viganò