Novità per l’RFID value proposition di Softwork

481

L’azienda propone nuovi servizi e nuovi componenti

Softwork, distributore a valore aggiunto di tecnologie RFID, annuncia novità nella sua offerta. Innanzitutto la proposta smart label RFID in banda UHF di Alien Technology avanza nelle prestazioni e nella gamma degli inlay grazie al nuovo chip Higgs 4 e sempre nella strategia di agevolazione all’RFID va inquadrata anche la nuova RFID Label Inserting Machine per l’accoppiamento automatico dell’inlay al rivestimento scelto per creare il trasponder finito.
I chip Higgs 4 sono conformi alle specifiche EPC Global Gen 2 e allo standard ISO 18000-6C, con peculiarità tecniche d’avanguardia che si riflettono in velocità e distanze di lettura/scrittura del transponder aumentate fino al 20%: la capacità di lettura del tag è ora potenziata e, grazie a nuove funzioni, è migliorata anche la scrittura del tag, mentre l’architettura della memoria del tag è ora più flessibile.
L’identikit tecnico dei chip Higgs 4 mira ad ottimizzare le performance in applicazioni massive item-level-tagging, tra cui i settori retail e fashion, supply chain management, autentificazione del prodotto, asset inventory e tracciabilità bagagli.
A corredo della gamma di transponder RFID, Softwork annuncia inoltre il nuovo servizio erogato dall’RFID Label Inserting Machine, per automatizzare il processo di creazione e fornitura anche di limitati quantitativi di etichette RFID, con tempistiche e costi contenuti.
Tra i tratti distintivi dell’RFID Label Inserting Machine, la sua flessibilità nella produzione di tag custom.
Il servizio si estende anche alla produzione di smart label partendo da etichette già esistenti (es. etichette del vino, cartellini del fashion) ed alla fornitura di reel contenenti i quantitativi desiderati di transponder.