Esker porta a casa un contratto da oltre $520.000

433

Scelta tra più di 15 vendor per l’automatizzazione della gestione del ciclo passivo in un ambiente multi-istanza SAP di una nota azienda di bevande analcoliche statunitense

Esker, azienda attiva nelle soluzioni di automatizzazione dei processi documentali e partner tecnologico e applicativo SAP, ha firmato un contratto da oltre $520.000 con una nota azienda produttrice di bevande analcoliche per automatizzare il processo di gestione delle sue fatture fornitori.
L’azienda d’oltreoceano adotterà la soluzione on premise Esker Accounts Payable per gestire un unico workflow unificato all’interno di molteplici applicazioni SAP.

Dopo aver fatto affidamento a BPO (Business Process Outsourcing) per gestire il volume di circa 50.000 fatture fornitori al mese, l’azienda ha programmato la riorganizzazione del proprio ciclo passivo (AP) verso un modello di processo in-house, con l’obiettivo di eliminare tutta una serie di problemi riscontrati nella gestione del ciclo passivo. Tra le priorità principali: l’eliminazione dei duplicati delle fatture, la visibilità di ogni singola fattura in ogni fase del processo di approvazione e la riduzione dei costi legati alla gestione delle fatture da terze parti nei casi in cui queste ultime venissero “toccate” più volte.

“Questo è un esempio perfetto di come l’automatizzazione possa essere utilizzata per massimizzare gli investimenti correnti in SAP consolidando le attività di gestione del ciclo passivo su larga scala – ha dichiarato Steve Smith, U.S. Chief Operating Officer in Esker -. Siamo entusiasti di avere l’opportunità di aiutare questa azienda nel raggiungere i propri obiettivi di miglioramento nella gestione del ciclo passivo e potenzialmente anche oltre”.