L’importanza delle Power Distribution Unit intelligenti (PDU) anche per i negozi online

505

Come mantenere l’ambiente IT sempre attivo e funzionante

[section_title title=L’importanza delle Power Distribution Unit intelligenti (PDU) anche per i negozi online]
Marc Salimans

scritto da Marc Salimans, Sales Director di Aten Europe

 

 

 

 

SI, siamo OPEN!
Al giorno d’oggi, con i processi aziendali completamente automatizzati, le aziende dipendono sempre più dal reparto IT. Gli Imprenditori “online” infatti difficilmente possono gestire interruzioni del servizio per lo sviluppo del loro fatturato. I servizi IT quindi devono essere veloci nell’individuazione di un server a rischio di tenuta, assicurando un controllo continuo e costante che possa impedire la caduta di un sistema di e-commerce per un lungo periodo, evitando così ogni perdita di eventuale business.

L’auto-prevenzione
Fortunatamente, sono sempre più frequenti gli strumenti e dispositivi che consentono di mantenere l’ambiente IT sempre attivo e funzionante. In passato, i produttori di apparecchiature hardware sviluppano server equipaggiati con sistemi di controllo per il livello di funzionamento, che potevano effetturare la relativa diagnostica e attivare specifici allarmi in caso di eventi negativi che bloccavano l’operatività. In alcuni casi, i server sono anche in grado di eseguire azioni correttive in autonomia (“self-healing”), operazioni semplici come ad esempio adattare la velocità del ventilatore piuttosto che l’esecuzione di un reset software.

Innovazioni molto più recenti e incentrate su funzioni come iLO (di HP)m DRAC (di Dell) oppure RSA II (di IBM), assicurano invece un controller per la gestione delle schede principali, installato direttamente nel server. Ad esempio, questi “mini computer” predisposti all’interno del server, possono gestire funzioni specifiche tramite una scheda di interfacce standard per l’amministrazione di un sistema informatico – IPMI (Intellingent Platform Management Interface). Questo permette al reparto IT o al fornitore di servizi di terze parti, di risolvere i problemi causati da un server gestito da remoto che si trova in una situazione di probabile “crash”, quando ad esempio, si surriscalda la temperatura di un componente del server. Inoltre, molto spesso, le soluzioni IPMI dispongono di molteplici funzioni che non sono alla portata di tutti.