Argi, l’etica prima di tutto

475

L’associazione lancia un’iniziativa per il recupero dei valori etici nelle relazioni commerciali e presenta il Manifesto sui modelli comportamentali

Un’etica alla base delle relazioni d’impresa. E’ l’impegno che Argi, l’Associazione al servizio dell’industria grafica italiana, porta avanti da più di un anno e che adesso ha trovato un’espressione concreta nella stesura di un Manifesto sui modelli comportamentali per recuperare i fondamentali valori etici che sono alla base dell’economia di mercato e che, purtroppo, le relazioni d’impresa nell’attuale scenario tendono a perdere e comunque trascurare.
Per le imprese associate quest’etica delle relazioni, sia interne che verso terzi, non deve basarsi solo sulla volontà di rispettare le norme vigenti per evitare le inevitabili sanzioni connesse a una loro violazione, ma poggia le sue fondamenta sulla convinzione profonda della necessità di offrire e rispettare elevati standard di correttezza comportamentale, anche in adesione a principi e regole interne di natura volontaristica.

Per Argi la questione è assolutamente urgente, tanto che già lo scorso anno era stata sollevata, sulla scorta di una proposta dell’allora consigliere Roberto Levi, oggi presidente dell’Associazione, che aveva lanciato un richiamo all’importanza per le aziende di caratterizzarsi e di distinguersi per garanzie e qualità del lavoro, focalizzandosi in particolar modo su quel circolo vizioso per cui il mancato puntuale rispetto delle scadenze e la loro continua proroga stava assumendo caratteri di “normalità”, in totale assenza di motivate e giustificate ragioni.

Da qui è nato l’impegno che sta alla base del Manifesto sui modelli comportamentali, primo passo di un percorso volto a valorizzare e rafforzare le aziende del settore Arti Grafiche, anche non associate, che operino secondo criteri consoni a una corretta crescita del settore e alla tutela dell’intera filiera.
L’iniziativa, assolutamente innovativa per il settore, vuole sottolineare come l’etica professionale e l’integrità personale non siano aspetti secondari e trascurabili, ma al contrario elementi fondamentali dei rapporti commerciali.

Le aziende associate che hanno aderito al progetto sono le seguenti:
Agfa Graphics; Atlantic Zeiser; Bobst Group Italia; Boettcher Italiana; Boewe Systec; Canon Italia; Colorgraf; Dc Druckchemie Italia; Fujifilm Italia; Hewlett-Packard; Huber Italia; Imaf Industria Materiali Fotochimici; Kba Italia; Kern Italia; Kodak; Kolor+ Service; Komori Italia; Konica Minolta Business Solutions Italia; Macchingraf; Manroland; Neopost Italia; Ntg Digital; Open Age; Pavan Forniture Grafiche; Pitney Bowes; Power And Consulting; Printgraph Finito; R.G.; Ricoh Italia; Smg; Technotrans Italia; Tresu Italia; Xeikon Italia; Xerox Italia.