WatchGuard Technologies protagonista a SMAU

557

La società specialista in sicurezza presenterà le ultime novità di prodotto e il nuovo programma di canale. L’appuntamento è a Fieramilanocity, presso lo Stand F24 nel padiglione 1

WatchGuard Technologies è tra i protagonisti dell’edizione 2014 di SMAU, la fiera nazionale più importante del settore digital e Ict che si terrà dal 22 al 24 ottobre a Milano.
All’evento fieristico porterà le sue ultime novità sul fronte tecnologico e le innovazioni del programma di canale.

Tra le novità tecnologiche in evidenza, la nuova versione di WatchGuard Dimension, che ora include Policy Map, la prima funzionalità sul mercato di mappatura delle policy che garantisce una panoramica a “raggi-x” delle configurazioni dei firewall e del traffico di rete, e la nuova appliance Firebox M44O UTM/NGFW che semplifica l’ applicazione di policy appropriate a segmenti della rete, senza complesse configurazioni. Firebox M440 rende semplice creare segmenti, mappare il traffico, creare policy customizzate su quello che è il traffico in ciascun segmento, e istantaneamente vedere come queste influiscono sul traffico.

SMAU è anche l’occasione per presentare in anteprima a potenziali partner il nuovo programma di canale WatchGuardONE, che sarà lanciato ufficialmente a gennaio 2015. Il nuovo programma cambia radicalmente il modo in cui viene valutata la partnership, ponendo un forte focus sulla formazione e certificazione del reseller in aggiunta al semplice volume di vendite. WatchGuard punta sulla competenza del partner con l’obiettivo di renderlo una vera risorsa per il cliente. Più formazione viene completata, più WatchGuard premierà il partner.

Non da ultimo, WatchGuard sarà tra i finalisti al Premio Innovazione Ict con il caso di successo “Dalle elementari fino alle superiori: la scuola naviga sicura in Rete grazie a WatchGuard”, un innovativo progetto che ha visto collegare in rete cinque plessi scolastici che attraverso le soluzioni della società e i servizi GPV Solutions, hanno potuto attivare meccanismi di autenticazione attraverso servizi cloud, creare un filtro per limitare l’accesso a determinati siti internet e monitorare in tempo reale tutte le cinque realtà scolastiche.