2015: quali i trend per il canale?

514

Hybrid cloud, maggiore complessità, importanza dello sviluppo delle competenze, Internet of Things sono solo alcuni dei temi chiave sui quali gli operatori del canale dovranno confrontarsi nell’anno a venire

Quali sono i trend che caratterizzano il canale nel prossimo anno? Li ha analizzati per noi EMC nell’ottica di delineare le opportunità per tutti gli operatori che si sapranno adattare ai cambiamenti in corso.

“Come molti operatori di canale sanno, le aziende hanno cambiato radicalmente le proprie organizzazioni negli ultimi anni. Una strategia It sbagliata può condizionare negativamente il valore di un’azienda, e oggi il canale si trova quindi di fronte alla possibilità di ricoprire un ruolo strategico e consulenziale per il cliente finale – commenta Bernardo Palandrani, direttore del canale di EMC Italia -. In un contesto sempre più complesso, gli operatori di canale devono giocare il ruolo di partner a tutto tondo stabilendo relazioni più strategiche con i propri clienti, sforzandosi sempre più di comprendere il loro “modello di business” e rispondendo con soluzioni It in linea con i Big Trend del mercato”.

Guardando al 2015, i trend che EMC prevede porteranno cambiamenti sostanziali nel canale possono essere così sintetizzati:

• L’hybrid cloud prenderà sempre più piede e guiderà le vendite delle tecnologie che lo abilitano (tecnologie flash, di integrazione, software-defined storage e software-defined datacenter). I reseller leader in questi segmenti guideranno l’evoluzione del mercato.
• Una maggiore complessità, strutturale e tecnologica, caratterizzerà il canale. Questo significa che i reseller avranno bisogno di sviluppare nuove competenze per supportare i clienti e consigliarli sulla migliore soluzione da implementare. Il 2015 trasformerà quindi sempre di più i reseller in veri consulenti.
• La capacità di gestire i talenti e sviluppare nuove competenze diventerà una priorità all’interno del canale. I clienti hanno sempre più interesse per l’hybrid cloud, e solo i reseller che saranno in grado di fornire tali soluzioni potranno crescere e guidare la trasformazione in atto.
• I distributori diventeranno aggregatori di cloud pubblico e privato, accrescendo così la propria area di competenza, raccogliendo un’ampia gamma di servizi da vendor differenti in un’unica infrastruttura IT.
Internet of things spingerà sempre più verso una maggiore comprensione del fenomeno dei Big Data. Le incredibili quantità di dati creati da Internet of things metterà in evidenza, infatti, come le aziende potranno ricavare profitti dall’analisi dei Big Data.