Sempre carichi con Schneider Electric!

465

Lanciata APC Mobile Power Pack, una nuova gamma di batterie esterne per smartphone e dispositivi a ricarica via USB

Con APC Mobile Power Pack, Schneider Electric introduce una nuova gamma di batterie esterne progettate per fornire una ricarica mobile per tutti gli smartphone e tablet, o qualsiasi altro dispositivo che possa essere ricaricato tramite cavo USB. Queste batterie esterne consentono di prolungare il tempo di utilizzo di una grande varietà di applicazioni, soprattutto quelle energivore che utilizzano servizi di localizzazione e GPS.

Le batterie esterne APC Mobile Power Pack sono disponibili in due modelli di dimensioni differenti; M5 (5.000mAh) e M10 (10.000mAh). Il più piccolo, M5, pesa 142g e misura 108mm x 65mm x 15mm, e può immagazzinare energia sufficiente per ricaricare lo smartphone circa due volte. M10 pesa 243g e misura 147mm x 89mm x 14mm, e può ricaricare completamente un tablet oppure quattro volte lo smartphone.

Disponibile in bianco o nero lucido, APC Mobile Power Pack utilizza pile ai polimeri di litio ed è dotato di due connessioni di uscita USB che permettono la ricarica contemporanea di due dispositivi, oltre che un indicatore di capacità della batteria a 4 LED.

Il prodotto include un connettore micro USB tramite cui è possibile ricaricare le batterie per tempi di carica tipicamente di 4 ore (M5) e 8 ore (M10). Entrambi i modelli, M5 e M10, consentono di ricaricare la batteria interna dei dispositivi al posto di una presa di corrente.

“Molte batterie esterne low cost sul mercato non includono controlli per proteggere contro i problemi comuni, come il sovraccarico, l’eccessivo scaricamento o il surriscaldamento – afferma Nils Horstbrink -. Tali condizioni possono causare un degrado prematuro della batteria, un eccessivo surriscaldamento o addirittura la vera e propria fusione completa del dispositivo in circostanze estreme. Il modulo di protezione Protection Circuit Module (PCM) di APC Mobile Power Pack protegge da tutte le problematiche elencate precedentemente, come pure da sovracorrente, sovraccarica da USB, cortocircuito, e corrente oscura ultra-bassa”.