Eurotech, nuova piattaforma embedded con consumi ridotti per applicazioni IoT

570

La nuova Single Board Computer è dotata di processore Freescale i.MX 6 ed è destinata ad applicazioni machine-to-machine e servizi Internet of Things

Eurotech presenta CPU-351-13, una piattaforma embedded con processore ARM che amplia la famiglia di prodotti destinati ad applicazioni machine-to-machine e servizi Internet of Things. La CPU-351-13, basata sul processore Freescale i.MX 6, offre funzionalità avanzate in un formato compatto che consente la massima efficienza nel packaging e nel design.

Consumi ridotti e gestione termica semplificata caratterizzano questa piattaforma flessibile, che può essere impiegata in varie applicazioni, come display per il settore retail, apparecchiature medicali e pannelli di comando per attrezzature da palestra. Eurotech, inoltre, è Connect Proven Partner di Freescale, con la quale lavora in stretta collaborazione per progettare nuovi prodotti su piattaforma ARM che rispondano alle richieste del mercato con una giusta combinazione di potenza di calcolo ed efficienza energetica.

La CPU-351-13 è uno degli elementi di base dell’ IoT che unisce la tecnologia dei processori Freescale i.MX 6 e la competenza di progettazione di Eurotech per offrire ai clienti una piattaforma embedded pronta per lo sviluppo di applicazioni che consente di sfruttare appieno le funzionalità del modulo” dice Alex Dopplinger, Industrial Business Development Manager, Freescale. “Eurotech ha dato ampia dimostrazione del proprio impegno per lo sviluppo di applicazioni M2M / IoT e recentemente è diventata Freescale Connect Proven Partner per collaborare ancora più strettamente con noi in questo ambito. Siamo pronti a lavorare insieme a Eurotech per mettere a disposizione di aziende di tutte le dimensioni piattaforme di calcolo embedded e gateway multiservizi abilitate per l’IoT”.

Installando Everyware Software Framework (ESF) o Everyware Cloud Client sulla CPU-351-13, qualsiasi dispositivo è abilitato per Everyware Cloud e può entrare a far parte dell’Internet of Things.