UP: la computer board dalle dimensioni di una carta di credito

442

AAEON (parte del gruppo ASUS), Emutex e Intel hanno presentato una nuova rivoluzionaria UP per il mercato dei maker professionisti

Nasce la computer board dalle dimensioni di una carta di credito: UP, la piattaforma progettata appositamente per i makers che accorcia il time to market dall’ideazione alla produzione in serie.

UP colma così il divario tra il mondo dei prototipi e i sistemi embedded di serie di alta qualità: l’unità è alimentata dalla CPU Intel Atom x5 Quad-Core 1.33/1.84Ghz 64 bit (formerly Cherry Trail), con 1GB/2GB RAM, espansione di 16GB/32GB eMMC, 40 GPIO, 4 @ USB 2.0, USB 3.0 OTG, Ethernet, HDMI, DSI e la funzionalità di sicurezza Intel su una sola scheda.

Progettata per accogliere il maggior numero possibile di comunità di sviluppatori di software, UP gira su Linux e presto funzionerà anche su Windows 10 e Android. Gli utenti di UP saranno supportati da una comunità online attraverso il sito www.up-board.org dove saranno disponibili tutorial e un forum di supporto. La comunità fornirà anche un servizio professionale dove potranno essere richieste e prodotte grandi quantità di board UP, inclusi i derivati personalizzati.

“Siamo molto orgogliosi di sostenere il lancio di UP – ha dichiarato Carlo Parmeggiani, Retail Manager di Intel -. L’introduzione di UP aggiunge flessibilità alla comunità dei maker. Dal punto di vista del processore si può dire che rappresenta la Ferrari delle soluzioni. Sono certo che il mercato apprezzerà questo progetto e che sarà un grande successo”.

Il fondatore del progetto UP e Managing Director di Aaeon Europe, Fabrizio Del Maffeo, afferma: “Siamo fermamente convinti che i makers scombussoleranno il mercato elettronico così come lo conosciamo oggi. Anche Bill Gates e Steve Jobs, che possiamo definire senz’altro dei maker, l’hanno fatto 35 anni fa; Elon Musk è probabilmente il maker più famoso e di successo del momento. Noi vogliamo mettere nelle mani dei maker di oggi un prodotto – UP – con cui possano liberare la propria creatività e fare in modo che le loro idee diventino realtà”.