Fibre Channel: Brocade lancia il primo switch Gen 6 del settore

312

Già disponibile, Brocade G620 offre scalabilità per la continuità operativa delle applicazioni Business Critical






Brocade ha annunciato Brocade G620, il primo switch Fibre Channel Gen 6 sul mercato delle reti storage.

La Gen 6 Fibre Channel è particolarmente importante per le tecnologie emergenti come l’archiviazione basata su memorie flash, tecnologia che sta accelerando la trasformazione dei data center. Per ottimizzare le prestazioni delle loro applicazioni, le aziende stanno riprogettando i loro data center implementando le memorie flash. Per fare ciò, hanno bisogno di reti a bassa latenza, elevata ampiezza di banda e grande affidabilità. Oggi, circa il 70-80% degli storage flash sono già connessi con la tecnologia Fibre Channel. Nel prossimo futuro, la nuova generazione di storage flash basata sulla specifica NVMe (Non-Volatile Memory Express) si integrerà perfettamente con le attuali e future reti Gen 6 Fibre Channel.

“Prestazioni, affidabilità e scalabilità sono di primaria importanza per le architetture storage flash – afferma Eric Burgener, Research Director, Storage Practice IDC -. Il Fibre Channel è stata la tecnologia di rete storage preferita dalle aziende per la sua bassa latenza e alta affidabilità. La Gen 6 Fibre Channel estende ulteriormente questi vantaggi ai prossimi cicli di innovazione nel campo dello storage”.

Lo switch Brocade G620 offre migliori prestazioni su collegamenti a 32 e 128 Gbps e abbatte i limiti prestazionali delle applicazioni raggiungendo i 100 milioni di IOPS (operazioni I/O al secondo). G620 è dotato di quattro porte Q-Flex in grado di supportare 128 Gbps, oppure quattro collegamenti da 32 Gbps. Questo switch offre da 24 a 64 porte per una flessibilità e scalabilità adattabile alle esigenze del cliente.

Lo switch Brocade G620 con tecnologia Gen 6 Fabric Vision comprende anche IO Insight per agevolare il monitoraggio delle prestazioni, una funzionalità grazie alla quale è possibile soddisfare gli SLA (Service Level Agreement) più critici monitorando le statistiche di I/O, compresa la latenza dei dispositivi e le metriche IOPS, così da avere a portata di mano tutte le informazioni necessarie per rilevare prontamente eventuali problemi prestazionali nella memorizzazione dei dati. IO Insight potenzia e integra le funzioni di monitoraggio, diagnosi e gestione automatizzata offerte dalla tecnologia Brocade Fabric Vision, permettendo di semplificare ulteriormente la gestione delle reti storage.