Delta Drone e GEODIS ottimizzano l’inventario di magazzino con i droni

331

Le due aziende hanno siglato un accordo finalizzato allo sviluppo congiunto di una soluzione di inventario a magazzino automatizzato basato sull’utilizzo di droni






GEODIS in collaborazione con Delta Drone hanno lavorato ad una soluzione, che garantisca il conteggio e la rendicontazione in tempo reale, si proponga di integrare l’intera value chain, tra cui l’elaborazione e il recupero dati nel sistema informativo GEODIS (WMS), attraverso l’utilizzo di droni.

Il drone è un prototipo unico progettato dai team di engineering di GEODIS e Delta Drone. Combina un robot a terra, dotato di una batteria che assicura l’energia necessaria per muoversi nel magazzino e un quadcopter (drone a quattro eliche) dotato di telecamere ad alta risoluzione. L’intero sistema, attraverso la tecnologia di geo-localizzazione interna, funziona in completa autonomia durante le ore di chiusura del sito.

Un test iniziale a grandezza naturale – il primo nel settore della logistica – sarà effettuato a maggio in uno dei magazzini GEODIS a Saint-Ouen l’Aumône, vicino a Parigi. Nel lungo termine, la soluzione potrebbe essere messa a disposizione dei 300 magazzini gestiti da GEODIS in tutto il mondo, che rappresentano sei milioni di metri quadrati.

Con questo importante investimento, GEODIS mostra la sua determinazione e capacità di posizionarsi tra le aziende più innovative di questo settore. Dopo aver analizzato i vincoli normativi e la sicurezza delle persone e dei beni, il Gruppo ha selezionato, tra una serie di diversi possibili utilizzi di droni civili, un’implementazione iniziale affidabile ed in grado di migliorare la produttività.

Per Delta Drone, la possibilità di allocare le proprie expertise, basate sulla convergenza di esperienze di business al servizio di GEODIS e si pone come punto di riferimento significativo. Inoltre dà la possibilità all’azienda di operare in due mercati chiave: Europa e Stati Uniti.