Zetes connette una rete di 1450 infermieri in Belgio

1229

Wit-Gele Kruis ha scelto la soluzione di mobilità chiavi in mano che consente di consultare in tempo reale i dati dei pazienti e le attività da eseguire tramite un tablet






Per permettere al personale infermieristico di lavorare sempre online, Wit-Gele Kruis, con sede nelle Fiandre Orientali, ha scelto Zetes per realizzare la propria soluzione di mobilità completamente gestita. La soluzione consente agli infermieri di consultare in tempo reale i dati dei pazienti e le attività da eseguire tramite un tablet, massimizzando la disponibilità operativa e semplificando la gestione dei dispositivi mobili per il reparto IT. La soluzione è stata realizzata in sole tre settimane inclusa la formazione degli utenti e dell’helpdesk IT.

1450 infermieri domiciliari connessi in rete

Wit-Gele Kruis (WGK) è la più grande organizzazione belga di servizi di assistenza domiciliare basata su un modello strutturato a livello provinciale ma coordinato da un’entità ombrello. Nel marzo 2016, la sezione Fiandre Orientali di WGK ha lanciato in Europa un invito a presentare offerte per una soluzione comprendente 1450 nuovi dispositivi mobili e una vasta gamma di servizi di assistenza e gestione.

Zetes è stata scelta per la sua soluzione di mobilità chiavi in mano, basata sui tablet Panasonic Toughpad FZ-A2 Android 6.0. “Abbiamo optato per Zetes per il loro know-how tecnico, per l’approccio basato su progetti e per la capacità di offrirci una soluzione completa”, spiega Bob Engels, ICT Manager di Wit-Gele Kruis Fiandre Orientali.

Accesso ai dati in tempo reale

La soluzione consente a 1450 infermieri di Wit-Gele Kruis nelle Fiandre Orientali di lavorare sempre connessi. Oltre ad essere in grado di consultare le cartelle cliniche dei pazienti in tempo reale, il personale può accedere al proprio orario giornaliero e a numerose altre informazioni, tra cui ad esempio i dati di contatto del paziente e del relativo medico curante.

Robusti e leggeri, questi tablet integrano un lettore eID e consentono di identificare facilmente i pazienti, impedendo così anche eventuali frodi. “Le funzionalità di geolocalizzazione permettono la tracciabilità dei tablet in caso di perdita o furto. Grazie ad essi siamo la prima organizzazione al mondo ad operare online e connessa”, afferma Bob Engels.

Implementazione complessa eseguita rapidamente e completa di formazione

Zetes è incaricata anche del ritiro dei vecchi dispositivi e della configurazione personalizzata, oltre che della distribuzione e della messa in servizio dei tablet da parte dei 1450 infermieri. “La distribuzione doveva avvenire in tempi rapidi poiché era prevista per il 10 ottobre, il che lasciava solamente tre settimane di tempo per predisporre tutto – aggiunge Bob Engels -. Qui si è visto il valore apportato da Zetes: l’azienda è stata in grado di portare a termine con successo il progetto in tempi da record, nonostante la complessità dell’operazione. Ha inoltre provveduto alla formazione sia del personale, rendendolo rapidamente operativo, che dell’helpdesk IT, per assicurare una gestione efficiente dei dispositivi mobili con la piattaforma SOTI MDM”. Nell’ambito del contratto di servizi gestiti, Zetes fornirà anche l’assistenza tecnica e la manutenzione.