Esprinet scommette sulla cyber sicurezza

982

Campus 2017 è stata l’occasione per parlare di come procede l’integrazione tra V-Valley e Mosaico e di presentare le sfide e gli obiettivi per il 2018

A quasi un anno dal “matrimonio” tra V-Valley, la divisione a valore di Esprinet, e Mosaico, acquisita da Itway Vad nel dicembre del 2016, Campus 2017 è stata l’occasione per tirare le somme su come sta andando la convivenza tra queste due realtà. Una convivenza all’insegna della complementarietà dell’offerta, che non si sovrappone nemmeno in ambito security, e il cui proseguo procede di pari passo con gli obiettivi che si sono poste le società.

“La nostra missione – esordisce Luca Casini, presidente e direttore commerciale di V-Valley – è quella di ritagliarci un ruolo di primo piano nel mondo della distribuzione a valore da un lato soddisfacendo le richieste degli operatori nel miglior modo possibile e dall’altro stando accanto al rivenditore nel processo di generazione della domanda prima e di vendita poi, senza sottovalutare poi il ruolo chiave della formazione”.

Nuove opportunità di business sono offerte dall’entrata in vigore imminente del GDPR, fissata a maggio 2018, e dall’esplosione

Silvio Calcina, Head of Sales & Marketing di Mosaico
Silvio Calcina, Head of Sales & Marketing di Mosaico
dell’Internet of Things, che aprono nuove prospettive soprattutto lato sicurezza, ma non solo. D’altro canto, sottolineano Casini e Silvio Calcina, Head of Sales & Marketing di Mosaico, l’obiettivo è proprio quello di qualificare Esprinet come primo distributore in ambito sicurezza.

Il mercato si trova in un momento di fermento e si assiste ad un cambiamento nel ruolo di vendor, rivenditori – sempre più alleati con i system integrator per fare sistema – e distributori: occorre sapersi reinventare. “Da parte nostra – spiega Casini – la decisione di acquisire Mosaico segna l’intenzione netta di puntare fortemente sulla cyber security, un’area in forte crescita e dove ci sono ampi spazi per fare business.

Altre aree di interesse sono quella del software (con un focus particolare sull’open source portato in dote da Mosaico), del networking e del cloud, mentre si registra una piccola inflessione per la parte relativa a server e storage”.

Proprio queste sono le aree su cui il gruppo vuole spingere nel 2018, contando su un numero complessivo di circa 1600 rivenditori, un portfolio di più di 100 brand e un forte presidio territoriale, avvalendosi poi dell’esperienza commerciale e del know how del gruppo Esprinet in Italia.