Backup: un’opportunità per il canale della sicurezza

414

Gli specialisti della sicurezza IT hanno tutte le carte in regola per diventare rivenditori di soluzioni di storage

Stefano PinatoA cura di: Stefano Pinato, Sales Manager per l’Italia di Barracuda Networks

Il Canale del Backup appare come un Eden per molte aziende IT che si focalizzano sulla sicurezza: la maggior parte dei loro ordini ha un valore pari ai 10,000 euro circa, a fronte di progetti di storage che fruttano in un batter d’occhio 50,000 euro e più. Non solo, questi ultimi sono di più facile e rapida gestione. Le nuove tecnologie di backup, che si pongono come servizi gestiti, rappresentano oggi una chance per gli specialisti IT della sicurezza all’interno del canale. Un esempio è rappresentato dalla systems Srl che ha amplificato il suo successo entrando in questo segmento del mercato.
Più utilizzatori, più applicazioni, più dati: stando a una recente ricerca di IDC quasi la metà dei responsabili IT si aspetta che il volume dei dati registrerà una crescita annua compresa tra il 15% e il 20% nel prossimo biennio. Questo incremento riguarda qualunque tipo di azienda e non può essere fermato in alcun modo. I timori sugli sviluppi futuri di tale fenomeno tengono svegli numerosi amministratori IT: ci sarà un momento in cui le loro soluzioni di backup non saranno in grado di gestire un simile volume di dati.

I sistemi su nastro sono meccanici, lenti e soggetti a possibili errori
Le preoccupazioni degli amministratori IT sono assolutamente fondate, spiega Michael Hellweger, Managing Director dell’azienda dall’Alto Adige, systems: “Molte imprese si focalizzano ancora sulle datate librerie di backup su nastro che, a causa del loro carattere meccanico, sono lente e possono presentare dei difetti”. Inoltre questi sistemi obsoleti sono spesso fonte di errori a causa della loro gestione, spesso scomoda: i dipendenti devono cambiare i nastri manualmente e portarli altrove per garantire uno stoccaggio sicuro. Il compito di eseguire il backup dei dati diventa ancor più difficile nel caso di aziende distribuite con sedi in tutto il mondo.

Backup e replica dei dati su Cloud
Ma quali sono le alternative ai sistemi di backup su nastro? I sistemi basati su disco e il cloud. Quest’ultimo ha illimitate capacità di memoria e può essere gestito e controllato da qualunque luogo. Per alcuni utilizzatori, però, rappresenta una perdita di controllo poiché alcuni dati importanti esistono solo in forma virtuale. Le imprese che la pensano così possono affidarsi in fatto di backup ad aziende di sevizi IT. systems offre soluzioni basate su cloud privato per aziende che vogliono evitare il cloud pubblico, quello cioè accessibile a tutti, in cui lo storage dei dati è condotto in modo non tracciabile. Nelle cosiddette “cloud private”, le aziende salvano i propri dati in remoto, presso le sedi distaccate o affidandosi a un provider di servizio di cui si fidano. In alcuni casi, tale alternativa è conveniente quanto il cloud pubblico, ma si basa su una fiducia reciproca nei confronti del provider. Ha il vantaggio di veder rispettate esigenze quali: la localizzazione fisica dei server, la loro disponibilità e sicurezza nonché gli accordi sui livelli del servizio. Ed è qui che gli specialisti della sicurezza tradizionale possono guadagnare punti.
Le soluzioni Cloud richiedono servizi
Le aziende IT specializzate nell’ambito della sicurezza come systems, offrono un immenso vantaggio: sono abituate a fornire un servizio di lungo termine. Il lavoro dei partner che si focalizzano esclusivamente sullo storage si conclude una volta implementata una soluzione basata su nastro. Hellweger e la sua squadra sanno come intervenire in casi come questo: “Iniziamo con il nostro servizio gestito una volta che si è eclissato il rivenditore di Backup. Ci occupiamo di tenere tutto sotto controllo e non lasciamo il cliente da solo nei guai”. Per i progetti di sicurezza, i security provider sono in contatto costante con i propri clienti, gestendone l’amministrazione e supportandoli secondo quanto previsto dagli accordi. Questo approccio guidato da una logica di servizio permette al canale della sicurezza di aggiungere facilmente al proprio portafoglio i servizi gestiti che siano sul cloud o in un centro di calcolo dedicato.
Gli specialisti della sicurezza possono trarre vantaggio dalla fiducia dei loro clienti
Gli specialisti della sicurezza IT hanno anche un altro grande vantaggio: generalmente godono della fiducia dei propri clienti come testimonia ancora l’esperienza del Managing Director di systems Michael Hellweger: “Siamo sul mercato della sicurezza da 25 anni e sappiamo come gestire i dati confidenziali dei nostri clienti. Questa fiducia ci permette di concludere nuovi affari”. Le aziende che mettono il backup e la sicurezza in una sola mano scelgono una strada sicura e risparmiano sul coordinamento del lavoro e sui costi. Se il canale della sicurezza si apre ai servizi di backup, l’attende un successo di lungo temine come conclude anche Hellweger: “Abbiamo un nuovo centro di calcolo a Bolzano e i servizi gestiti di backup sono diventati un elemento fisso del nostro portafoglio. Ne beneficiamo sia noi che i nostri clienti”.