Quali norme per le Lan?

1347

In un vuoto normativo preoccupante, Assotel ha lanciato un proprio attestato di “regola d’arte” e mercoledì 18 apre le porte al confronto con tutti i protagonisti del settore

Con l’abrogazione dell’Art. 2 del DLgs. 198/2010 e del D.M. 314/92, a cui si aggiunge la non applicabilità del DM 37/08, il settore dell’installazione di Sistemi di Comunicazione Elettronica e Digitali interconnessi a Rete Pubblica, ovvero le Lan, attraversa una fase di “vuoto normativo”. Una condizione che non tutela i committenti, ormai privi di qualunque garanzia relativa al proprio fornitore.
Si è così creato un clima di “attesa”, non più tollerabile da Assotel, l’associazione che raccoglie gli “Operatori Telefonia & Telematica”. Da qui la scelta di promuovere una serie di incontri in diverse zone del Paese. Appuntamenti destinati a favorire il confronto e la riflessione, ma anche a valutare nuove sfide, collaborazioni, condivisione di obiettivi e per scrivere l’agenda delle priorità di settore.
Del resto, spiegano gli stessi responsabili di Assotel, “l’assenza di specifiche disposizioni di legge che regolino la fornitura e la realizzazione di reti e sistemi fonia, dati, video interconnessi o da interconnettere a Rete Pubblica di Comunicazione Elettronica e, quindi, a Internet rende difficile per i committenti l’individuazione di imprese che operino secondo la “regola dell’arte” con organizzazione aziendale e competenze tecnico professionali adeguate così come richiesto anche dal Testo Unico Sicurezza, DLgs.81/08, art. 90 comma 9”.

A regola d’arte
Da qui l’esigenza di lavorare a “regola d’arte”, sia nell’offerta che della domanda, troppo spesso basata più sulla gestione dell’esistente che non sul sostegno al business.
I Soci Assotel si sono così auto-imposti di rilasciare ai committenti un “Attestato di Corrispondenza alla Regola dell’Arte”. Si tratta di un modulo, riconoscibile dai loghi associativi, predisposto ed elaborato da una commissione mista di imprenditori, professionisti e opinion leader, con l’obiettivo di tutelare fornitore e committente attestando le modalità di realizzazione di Sistemi di Comunicazione Elettronica e Digitali, interconnessi a Rete Pubblica.
L’attestato si aggiunge a una serie di documenti, quali il progetto, la relazione tecnica, lo schema di numerazione delle connessioni cablate, lo schema a blocchi di posizionamento apparati, lo schema delle numerazioni e tipologie di accesso alla Rete Pubblica e non da ultimo le Certificazioni strumentali di quanto eseguito.
Saranno questi alcuni dei temi di cui Assotel, insieme a quanti operano nel settore, discuterà nella mattinata di mercoledì 18 giugno a partire dalle ore 10.00. L’evento, aperto a tutti i professionisti del settore, indipendentemente dall’appartenenza all’associazione, si terrà presso la sede di Viale Francesco Restelli 3 a Milano, a pochi passi dal palazzo della Regione. L’obiettivo è quello di realizzare un incontro informale, ma qualificato, in cui tutti possano condividere esperienze ed opinioni, fare valutazioni, indicare prospettive e avanzare proposte attraverso una serie di tavoli a tema.
Per aderire all’iniziativa è sufficiente inviare una mail all’indirizzo info@assotel.it