Arrow: il canale oltre la security

613

Il distributore rafforza la propria posizione in ambito sicurezza e si spinge verso le Analytics grazie a SAS

Con il record di circa 600 iscritti, Arrow ECS University si è confermato un evento di riferimento per il distributore a valore che ha potuto così determinare lo stato dell’arte con il canale rispetto a tecnologie, mercati, esigenze dei clienti e nuovi trend. Il tutto attraverso un programma molto ricco grazie alle 45 sessioni formative condite da un’ampia area espositiva nella quale i 31 vendor sponsor hanno potuto far toccare con mano ai partecipanti le loro soluzioni. Una manifestazione di successo quindi, a testimonianza di un anno fin qui ricco di soddisfazioni e nuove ambizioni per Arrow.

“Per il 2015 si prevede di registrare una crescita a doppia cifra – ha dichiarato Federico Marini, Managing Director di Arrow ECS -. A trainare le vendite è sempre il comparto della security che evidenzia un interessante passo avanti a dimostrazione di come le aziende siano consapevoli dei problemi causati da attacchi informatici sempre più mirati e di una situazione economica generale in miglioramento. Questi ottimi risultati sono accompagnati anche da un ampliamento delle risorse sul territorio: 60 persone operano ora nelle sedi di Bolzano e Milano, con quest’ultima in netta ascesa proprio per l’elevata presenza nella città di profili adeguati”.

Oltre a rimanere focalizzato sul proprio core business, Arrow ritiene plausibile il rafforzamento della propria divisione Infrastruttura, arricchitasi nell’ultimo anno con l’entrata a portafoglio di Simplivity e Hitachi, oltre alla ormai consolidata Huawei. Ma la vera novità per Arrow è l’essere diventato distributore esclusivo di SAS nel nostro Paese in riferimento al mercato Big Data e Analytics. Arrow metterà infatti a disposizione le tecnologie della software house americana ai propri reseller e system integrator, andando così incontro alle esigenze dei clienti nell’ottenere valore dal crescente quantitativo di dati a disposizione.

“SAS si era sempre rivolta al canale diretto, ora invece affidandosi ad Arrow, e partendo dalla Polonia, l’attività ha raggiunto diverse delle 22 country della software house tra cui l’Italia dove sono stati reclutati 15 partner (si prevede di firmare altri 15 accordi). Sino ad oggi, grazie ad Arrow, SAS ha registrato un aumento incrementale delle vendite del 3% attraverso il canale. Entro il 2017 abbiamo l’obiettivo di toccare vendite additive del 10%” ha dichiarato Christian Violi, CEE Channel Director di SAS.

Per raggiungere questo traguardo e migliorare le competenze di Arrow, una ex risorsa SAS è entrata a far parte del team del distributore così da aumentare le skill di reseller e system integrator in ambito Analytics. Questo perché la vendita mediante canale riguarda soltanto alcune soluzioni del portfolio di SAS tra cui quelle di office analytics, data integration ed enterprise mainer, rivolte però anche alle piccole e medie imprese.

L’alleanza tra SAS e Arrow permetterà così di creare sinergie che porteranno le due realtà a crescere congiuntamente. E l’obiettivo per il 2016 del distributore è ambizioso: incrementare il fatturato tra il 5 e il 10%.

“Molto dipenderà dai nuovi vendor che avremo a portafoglio. Attualmente sono 35 – ha spiegato Federico Marini -. Check Point, Citrix, Hp, F5, Juniper e Trend Micro sono stati quelli più performanti nell’ultimo anno. Intel Security il brand che è cresciuto maggiormente”.

Sicuramente un ottimo punto di partenza.