Black Box protagonista al Festival ICT

537

La società partecipa all’evento di Milano confermando il suo spirito coraggioso e di chi va controcorrente. Protagonista sarà la tecnologia KVM

A cura di Nicola Gammariello, Sales Manager Black Box Network Services Italia

La Black Box Network Services è il più grande fornitore indipendente di soluzioni e prodotti per le comunicazioni, le infrastrutture e il networking. Con sede principale in Pennsylvania negli USA, la Black Box Network Services è stata fondata nel 1976 ed è profondamente radicata in vari ambiti industriali, vantando una customer base di più di 175.000 membri. Siamo, inoltre, presenti in Italia dal 1994, dimostrando la vocazione internazionale del core business aziendale.

Il punto saldo del nostro business è il supporto tecnico: ci impegniamo ogni giorno a garantire il massimo grado di soddisfazione e a intervenire prontamente laddove il nostro cliente non si senta sufficientemente guidato. Abbiamo poche parole d’ordine ma nella loro semplicità rappresentano la nostra vision quotidiana:
Prodotti: un catalogo di 12.000 articoli accompagnato dalla competenza e professionalità di tutti i nostri tecnici sempre pronti a trovare la giusta soluzione per ogni esigenza e, perché no, ad affrontare le missioni impossibili nel caso in cui un prodotto non sia presente nel nostro catalogo
Installazione: i nostri servizi accompagnano il cliente dall’inizio alla fine, rimanendo sempre vigili anche di fronte a tutto quello che sta in mezzo!
Soluzioni: non abbiamo un cliente tipo. Dal prodotto più semplice alla rete più complessa, tutti meritano la nostra professionalità e attenzione e, ne siamo certi, non rimarranno delusi.
Referenze: Xbox Live, Azko Nobel, T-System, Motorola sono solo alcuni dei nostri case study più eccellenti che dimostrano che nulla è in grado di fermarci

Come ogni società tecnologicamente avanzata che si rispetti, viviamo contemporaneamente in tre tempi. Il primo è quello del passato: abbiamo iniziato come un’azienda da catalogo di prodotti tecnologici e siamo cresciuti fino ad essere un fornitore di servizi e infrastrutture di comunicazione da 1 miliardo di dollari. Il secondo è il presente, una società che offre soluzioni complete e indipendenti, anche per le infrastrutture più complicate e articolate, potendo fare affidamento su più di 200 uffici in 150 Paesi nel mondo e su 4.000 impiegati altamente professionalizzati. Ultimo ma non di certo per importanza, è il tempo del futuro. In quanto fornitore indipendente di soluzioni, continueremo ad esaminare oggettivamente qualsiasi nuova tecnologia, per scoprire il prodotto e la soluzione migliori per il nostro numeroso portfolio. Siamo sempre alla ricerca di nuovi prodotti e soluzioni che possano aiutare a superare i problemi con le infrastrutture e le comunicazioni, rimanendo sempre all’avanguardia.

Proprio per rispondere alla nostra vocazione di crescita abbiamo deciso di partecipare alla terza edizione del Festival ICT, l’11 novembre 2015 a Milano. Il festival ICT si è dimostrato, nelle precedenti edizioni, un evento nuovo, originale e rivoluzionario, nato per soddisfare le esigenze del mercato ICT italiano. Il feedback di altri partecipanti del settore e le reazioni della stampa mi hanno permesso di constatare che l’ICT rappresenta la giusta incubatrice per tutte quelle aziende coraggiose, in grado di credere, supportare e investire in validi e nuovi progetti, distinguendosi così dalla massa. Dato che questa è la strada che ho voluto imprimere all’azienda dal momento della mia nomina a Sales Manager, ho deciso che la Black Box Network Services sarà parte per la prima volta di questo progetto: l’idea centrale è quella di ampliare la nostra presenza commerciale sul mercato nazionale, provando a imporci con sempre maggiore forza come leader autorevole del settore.
Per farlo ci affideremo a una tecnologia nuova, ma già consolidata e affermata, tanto da essere stata protagonista del nostro Workshop romano del 23 giugno 2015 e della sessione dell’11 settembre all’IBC di Amsterdam: il KVM.
“La tecnologia KVM – spiega Massimiliano Salvatore, IT & Product Technical Manager, – (Keyboard, Video e Mouse) permette agli utenti un accesso a una grande varietà di dispositivi, quali CPU, segnaletica digitale, server ed altre sorgenti. Gli utenti sono in grado di monitorare il flusso di lavoro e di ottenere un controllo flessibile sugli elementi di visualizzazione e periferici. Lo switching e l’estensione offrono una gestione efficace degli apparati, ad esempio, in ambito broadcasting, nel controllo del traffico aereo, nelle sale di controllo e in altri ambienti cooperativi. Inoltre, la tecnologia KVM offre agli utenti un basso costo totale di proprietà (TCO), un’operatività migliorata e un ROI rapido, massima flessibilità, scalabilità e affidabilità e una soluzione Green IT, con design e distribuzione a risparmio energetico. Questo tipo di tecnologia ha un trend di crescita in un mercato in costante evoluzione. Copre tutte le esigenze in ambito sanitario, sicurezza, broadcasting, controllo industriale, militare e trasporti”.
Intendo continuare a presentare la Black Box Network Services come leader di mercato per queste tecnologie e investire in ricerca e sviluppo. Chi si ferma, del resto, è perduto.