A scuola di efficienza energetica con Schneider Electric

479

Nell’ambito delle nuove linee guida dell’Alternanza Scuola Lavoro, è stato illustrato il positivo bilancio del progetto innovativo di Schneider Electric e dell’ITIS “P. Paleocapa”

Un progetto di formazione pilota unico sul territorio nazionale, che ha applicato, precorrendo i tempi, visione e linee guida dell’ Alternanza Scuola Lavoro previste dalla riforma della scuola e pubblicate dal MIUR l’8 ottobre scorso: questo è quanto ha realizzato Schneider Electric, in collaborazione con Kyoto Club e Università di Bergamo, offrendo agli studenti dell’ITIS “P. Paleocapa” di Bergamo, provenienti da quattro diversi indirizzi di studio, un percorso formativo innovativo e multidisciplinare dedicato all’efficienza energetica che si è svolto dal 21 settembre al 2 ottobre scorso presso l’azienda.

L’esperienza di Alternanza Scuola Lavoro vissuta dagli studenti dell’istituto “P. Paleocapa” si distingue per molti motivi dal modo “tradizionale” di intendere questo tipo di iniziative ed applica pienamente le indicazioni previste dalla riforma della scuola, che fa del contatto con il mondo del lavoro una parte integrante del percorso di studi superiore in tutti gli indirizzi.

Innovazione nella didattica

Schneider Electric ha deciso di adottare una formula nuova, finalizzata all’innovazione didattica ed all’orientamento degli studenti: la formazione, che è durata due settimane per un totale di 40 ore,  è avvenuta presso l’azienda, in uno spazio progettato ad hoc, secondo modalità tipiche della formazione che normalmente viene offerta ai professionisti del settore. L’opportunità, offerta ad un primo nucleo di studenti in rappresentanza dei diversi indirizzi, è ora in fase di divulgazione su tutte le classi quinte coinvolte, per un totale che sfiora i 100 studenti.

E’ stato dato grande spazio all’incontro diretto con professionisti del mondo energia, alla possibilità di conoscere ambienti di lavoro – quali lo stabilimento Schneider Electric di Stezzano – ed applicazioni innovative in ambito efficienza energetica – scoperte presso il laboratorio Xperience Lab dell’azienda; gli studenti hanno inoltre partecipato anche a un incontro presso la facoltà di ingegneria dell’Università di Bergamo, dedicato ai diversi indirizzi di studio e campi applicativi verso cui orientarsi scegliendo di continuare gli studi.

Nella visione di Schneider Electric, l’efficienza energetica rappresenta il prodotto di scelte che coinvolgono molti diversi fattori, aree operative e tecnologie: tanto più nello scenario odierno, in cui l’integrazione tra soluzioni digitali e operative sta trasformando radicalmente anche il concetto di gestione energetica. Di qui la scelta di coinvolgere nel progetto di Alternanza Scuola Lavoro studenti provenienti da quattro diversi indirizzi dell’ITIS “P. Paleocapa” – informatico, elettronico, meccanico, elettrotecnico – e di offrire loro una formazione che ha toccato tutte le dimensioni e discipline proprie dell’efficienza energetica.

Gli studenti hanno approfondito le basi tecnologiche e progettuali, il tema di come rendere efficiente un edificio scolastico, elementi di tipo economico legati anche al ritorno dell’investimento, la questione degli incentivi e titoli di efficienza energetica. Hanno discusso di cambiamenti climatici e green economy con professionisti del settore, hanno fatto pratica di misurazione dei consumi energetici. L’apprendimento è stato orientato anche allo sviluppo di soft skills e capacità di lavoro in gruppo e si è valorizzato l’utilizzo della lingua straniera come elemento professionalizzante. 

Un ulteriore elemento innovativo del progetto è rappresentato dal fatto che l’esperienza fatta dal gruppo di studenti coinvolti è destinata a diventare patrimonio di tutta la loro scuola. I partecipanti hanno condiviso quanto appreso con i compagni e stanno ora sviluppando 5 progetti per l’efficientamento energetico della loro scuola.