Richard Quinn sceglie Epson per stampare i tessuti d’arredo sul palco del Port Eliot Festival

1002

Il palco “Wardrobe Department” è stato progettato da Richard Quinn con mobili, rivestimenti murali e pavimentazioni che mostrano i suoi straordinari disegni floreali prodotti grazie alle stampanti largo formato Epson SureColor

Nel Regno Unito l'estate è la stagione dei festival e il Port Eliot Festival di Cornwall, appena terminato, ha celebrato parole, musica, moda, natura e cibo. Uno dei luoghi più frequentati dell'evento è stato il "Wardrobe Department" che ha ospitato interviste con giovani talenti creativi e leggende del design su un set completamente progettato dal pluripremiato designer di moda Richard Quinn che lo ha in gran parte prodotto personalmente usando la tecnologia di stampa digitale Epson.

Fan delle soluzioni digitali Epson, con la stampante sublimatica a colori SureColor SC-F9200 Richard Quinn ha stampato i rivestimenti murali metallici Mylar e il tessuto d'arredo Premier Textiles del suo nuovo studio. La pavimentazione del palco, il divano e la poltrona sono stati rivestiti dal grande magazzino John Lewis in collaborazione con il produttore di mobili Parker Knoll. Le tessere del pavimento sono state stampate da Slam Signs su vinile antiscivolo Spandex con una stampante SureColor SC-SC80600. Tutti gli elementi sono stati installati in loco da Andrew Tomlinson, creando uno splendido set floreale.

Durante il festival, Sarah Mower, ambasciatrice britannica del Fashion Council per i talenti emergenti e critico per Vogue.com, ha intervistato Richard Quinn a proposito del lancio della sua nuova collezione alla London Fashion Week previsto per quest'anno e del suo nuovo studio a Londra. Questo spazio creativo consente a Richard non solo di sviluppare e produrre le sue collezioni, ma anche di gestire workshop e fornire servizi di stampa, permettendo ai giovani designer di utilizzare le apparecchiature, qualora lo desiderino.

"Essere invitato a creare un set per questo festival è stata un'esperienza emozionante – afferma Richard – anche se inizialmente scoraggiante, perché dovevo creare tanti tessuti anche su superfici diverse. La tecnologia Epson, la sua facilità d'uso e i diversi supporti disponibili hanno reso però l'attività lineare, conveniente e realizzabile in tempi brevi. Il mio design e la stampa dipendono soprattutto dalla vividezza dei colori e la tecnologia Epson mi ha permesso di ottenere facilmente i Pantoni desiderati su tutti i substrati. La SureColor SC-F9200, che si è già rivelata molto efficiente per la nostra linea moda, ha dimostrato tutte le sue capacità anche in questo nostro primo utilizzo per la produzione di tessuti per la casa ed è stato un grande successo. L'opzione Epson in modalità 4 passi con velocità di 30mq/ora ha garantito che i tessuti più spessi fossero comunque vividi come gli altri, rendendo l'arrendo Parker Knoll davvero pop!".

"E' davvero molto interessante come Richard stia esplorando la notevole flessibilità della stampa digitale per trasferire i suoi disegni su un'ampia gamma di supporti", ha affermato Richard Barrow, Senior Product Manager di Epson Europe. "Guidando l'avanguardia dei nuovi giovani designer, sta approfittando della notevole potenza del digitale per creare nuove opportunità e nuovi business".