Getac porta il riconoscimento facciale sui suoi notebook semi rugged

830

Processori più veloci, una grafica migliorata e funzioni di sicurezza potenziate caratterizzano il nuovo semi rugged S410 di casa Getac

Low_Res_A140_BFMRSTVX_win_1020170714.png_2Getac ha annunciato il suo notebook semi rugged S410 di seconda generazione che conferma prestazioni fra le migliori del settore, funzioni di sicurezza e fattore rugged certificato MIL-STD.

A caratterizzare l’ultimo nato ci pensano la sua configurabilità specifica, l’aspetto sottile e leggero e le performance fra le migliori del settore, che ne fanno lo strumento di lavoro ideale per i professionisti della pubblica sicurezza, la manifattura e altre aree di servizi che operano sul campo.

C’è anche la videocamera IR opzionale
Getac S410_ScenarioUna delle novità più significative che caratterizzano l’S410 è la videocamera IR opzionale che supporta il riconoscimento facciale con Windows Hello, per semplificare il login e aumentare la sicurezza.
In combinazione con TPM 2.0 e SSD Opal 2.0, entrambi di serie sull’S410, offre agli utenti una soluzione mobile ultra sicura e utilizzabile in tutta tranquillità ovunque il lavoro li chiami.

Completamente attrezzato per offrire ai professionisti che operano sul campo la tecnologia necessaria a svolgere il loro lavoro in maniera efficace ed efficiente, l’S410 impiega Intel HD Graphics 620, 802.11ac Wi-Fi, Bluetooth 4.2 e una seconda batteria opzionale per offrire le massime prestazioni in mobilità.

Lo schermo 14” Full HD LumiBond 2.0 offre un’esperienza touch a 10 punti molto rapida, anche con i guanti, fino a un massimo di 800 nit (schermo HD a 1000 nit opzionale) di luminosità per una lettura priva di riflessi anche alla luce diretta del sole.

Oggigiorno le aziende sono più vulnerabili che mai al furto dei dati e agli attacchi malevoli. Ecco perché Getac ha progettato l’S410 che è in grado di supportare numerose funzioni di sicurezza integrate in Windows 10.

La sicurezza è un imperativo
Getac S410_Scenario (3)TPM 2.0 monitora e protegge gli avviamenti del sistema in modo da garantire che il dispositivo sia privo di manomissioni prima di lasciare il controllo al sistema operativo. BitLocker, invece, protegge i dati nei momenti di inattività, durante l’uso e in mobilità. La tecnologia avanzata con auto-crittografia basata sull’hardware SSD Opal 2.0 protegge i dati riservati salvati sul disco dagli accessi indesiderati.
Le opzioni di autenticazione multifattore, tra cui una videocamera IR, un lettore di impronte, un lettore di smart card e il lettore a doppia frequenza (LF/HF) RFID lavorano insieme alle funzioni di protezione dell’identità di Microsoft Windows 10, come Windows Hello e Microsoft Passport, garantendo un ulteriore grado di protezione. In caso di perdita o furto del sistema, il sistema opzionale Absolute DDS consentirà di disattivarlo a distanza.